Basta atti terroristici contro il Comune!

“SARONNO PIU’ SICURA”

Questo da sempre uno dei temi prioritari per la Lega

Saronno, 7 febbraio 2019 – Durante la notte di martedì 6 febbraio, due individui a volto coperto hanno compiuto un grave atto vandalico contro la sede del Municipio di Saronno: i vetri della porta di ingresso principale sono stati fortemente danneggiati e imbrattati con scritte antifasciste.

Oltre ai danni apportati proprio nell’area di ingresso da cui ogni giorno transitano centinaia di cittadini, oltre che tutti i dipendenti comunali, preme sottolineare che l’intervento dei Carabinieri e della Polizia locale è stato tempestivo e che l’accesso al Municipio è stato subito messo in sicurezza, garantendo la continuità del servizio e il rispetto degli orari di apertura al pubblico.

“La sicurezza della cittadinanza e del territorio è un punto chiave della battaglia svolta dalla Lega Nord, da sempre – ha commentato Angelo Veronesi, capogruppo consigliare Lega Nord e Presidente della Commissione Urbanistica e Opere Pubbliche. “Non possiamo permettere che l’efficienza delle nostre città venga danneggiata, a partire dalla tutela delle nostre sedi istituzionali che garantiscono ogni giorno il servizio necessario a tutti i cittadini: faremo proposte affinché non solo le misure per la sicurezza e la sorveglianza vengano rafforzate, ma anche per perseguire chi non rispetta le regole del buon vivere cittadino in modo che i delinquenti vengano non solo identificati, ma puniti adeguatamente con le misure necessarie. Appoggiamo pertanto il nostro Sindaco Alessandro Fagioli nell’appello ai cittadini per ottenere la massima collaborazione nell’effettuare segnalazioni sempre e ogni volta che possa essere d’aiuto per bloccare la delinquenza e garantire massima protezione nel nostro territorio”.

“Nulla può giustificare il violento attacco subito dal nostro Palazzo Comunale” – ha dichiarato Claudio Sala, Segretario della Lega Nord Lega Lombarda e membro della Commissione Consiliare per la Sicurezza. “Minacce e violenze pure che dovrebbero essere condannate da tutti non vengono evidenziate a sufficienza, e invece assistiamo spesso a prese di posizione, distinguo, narrazioni lontane dalla realtà provenienti da fonti che non forniscono la corretta informazione. Presenteremo nel prossimo consiglio comunale una mozione per sensibilizzare l’intervento del Tribunale e dei Ministeri degli Interni e della Giustizia. Quello che succede a Saronno è un attacco alla democrazia, alla libertà di parola, alla libera espressione di opinioni differenti. Quando si attacca la sede di un Comune che è parte costituente della Repubblica al pari dello Stato, delle Regioni, delle Provincie e delle Città Metropolitane, per noi si tratta di un attacco alla Repubblica”.

Condividi: