25 aprile festa di libertà, festa di popolo


Fa male vedere consiglieri comunali di opposizione ed ex assessori sfilare a braccetto con gli attivisti del Telos

Saronno, 26 aprile 2019.

In un clima di calma e distensione, con il doveroso rispetto per il momento, l’amministrazione comunale con le autorità civili e militari ha celebrato il 25 Aprile Saronnese.

Una cerimonia composta, che ha reso Onore a chi si è battuto per la libertà. Quest’anno si è aggiunto, grazie all’Associazione Arma Aeronautica saronnese, un pizzico di originalità: un aereo ha sorvolato piazza Libertà sfumando con i colori della bandiera italiana il cielo bianco e azzurro, generando un effetto cromatico che ha lasciato tutti i presenti con il naso all’insù. Con rammarico devo constatare che, anche quest’anno e con le solite giustificazioni studiate a tavolino, l’Anpi Saronnese ha perso l’occasione di condividere una giornata che dovrebbe rappresentare la memoria di tutti e non solo una memoria che sventola bandiere rosse, dimostrando così di essere sempre più un’associazione a fini politici.

Quello però che più mi amareggia è il vedere consiglieri comunali di opposizione del PD, di Tu@Saronno, di M5S e l’ex assessore ora consigliere indipendente Banfi sfilare a braccetto con gli attivisti del Telos:: non si può parlare di democrazia, di rispetto, di uniotà nelle sedi istituzionali e poi, senza nemmeno dissociarsi, condividere un corteo con chi nel corso degli anni ha devastato la città con scritte di ogni tipo e con occupazioni abusive a danno di proprietà pubbliche e private.

Questo significa essere complici, anche solo per un giorno, di chi non rispetta Saronno ed i Saronnesi.

In merito allo striscione apparso sulla facciata del Comune, preferisco non entrare nel merito perché non capisco a chi fosse indirizzato, se all’amministrazione comunale che in tutti questi anni di mandato ha impedito di sviluppare il business di chi fa soldi con l’immigrazione, oppure se indirizzato agli esponenti del PD locale per ricordare quello che i loro governanti di sinistra hanno generato con il fenomeno degli sbarchi e dell’immigrazione non controllata.

Un ringraziamento al Sindaco Alessandro Fagioli per aver saputo ridare il giusto ruolo all’amministrazione nell’organizzazione delle celebrazioni di una festa che stava diventando una festa di pochi, divisiva. Oggi la città di Saronno ricorda degnamente questo importante momento storico senza distorsioni ideologiche di parte.

Ringrazio tutto il gruppo Lega che ha partecipato alle celebrazioni ufficiali di questo 25 Aprile con i propri consiglieri comunali ed un nutrito gruppo di militanti e sostenitori della sezione cittadina.

Claudio Sala
Segretario Lega Nord Lega Lombarda di Saronno

Condividi: