Ignoranza cattiva consigliera: prima di emettere sentenze meglio studiare

Un consiglio gratuito a Obiettivo Saronno: evitate di condividere e rendere trasparente la vostra immensa ignoranza politico-amministrativa

I pilastri su cui si fonda l’azione politico-amministrativa della neonata lista civica Obiettivo Saronno sono “trasparenza e condivisione“. Nobili principi, nobili fondamenti per approcciarsi alla vita amministrativa della città.

Ci domandiamo però a cosa servono tali principi ispiratori se non sono supportati da conoscenza, competenza e onestà intellettuale: si corre il rischio di condividere in modo trasparente la propria ignoranza.

I casi sono due: o gli anonimi estensori del comunicato stampa sanno di mentire, come il peggiore dei politicanti avvezzi a proclami volti a distorcere la realtà, oppure non sanno di cosa stanno parlando.

Un conto è vomitare veleno su Forza Italia adducendo dati e notizie messe insieme allo scopo di denigrare chi ti ha concesso i natali politico-amministrativi; un altro conto è fare affermazioni fondate sull’ignoranza e spacciandole per verità.

I precedenti comunicati erano già infarciti di errori grossolani che può commettere solo chi ignora completamente la materia amministrativa, ma abbiamo sorvolato.

Lampante e macroscopico, nell’ultimo comunicato stampa, l’errore di ignoranza o voluta bugia: gli anonimi estensori affermano che nel lontano 2015 il sindaco Alessandro Fagioli avrebbe nominato quale Presidente del Consiglio Comunale il fratello Raffaele. [dal comunicato di Obiettivo Saronno: Scelta, fra l’altro, che si colloca perfettamente nel panorama politico saronnese, in cui il sindaco Alessandro Fagioli, ai tempi, nominò il fratello Raffaele Fagioli quale presidente del consiglio comunale.]

Gli studenti al primo anno di diritto, ma forse anche molti cittadini meno avvezzi allo studio delle normative, sanno bene che il Presidente del Consiglio Comunale è votato dai consiglieri comunali (comma 1 Art.39 Dlgs 267/2000). Al Sindaco spetta la nomina degli Assessori (comma 3 Art.47 Dlgs 267/2000) oltre alle nomine nei CdA di propria competenza. Non è il Sindaco a nominare né a scegliere il Presidente del Consiglio, seconda figura istituzionale dell’Ente, il quale è eletto durante la seduta di insediamento del consiglio comunale.

Nella fattispecie l’attuale Presidente del Consiglio Comunale, Raffaele Fagioli, è stato scelto e votato da 16 consiglieri su 24; tale elezione è stata gestita in applicazione del Regolamento per il Consiglio Comunale allora vigente (comma 1 Art.4). Alla votazione non ha preso parte il Sindaco il quale, dunque, non ha neppure contribuito col proprio voto all’elezione del Presidente.

Invitiamo gli anonimi estensori del comunicato stampa a studiare almeno l’ABC delle norme prima di avviare qualunque altra loro attività in campo politico-amministrativo; rischiano altrimenti pessime figure giorno per giorno da qui alle elezioni ed eventualmente anche dopo.

Claudio Sala
Segretario Lega Lombarda Saronno

https://web.archive.org/web/20191016140940/https://ilsaronno.it/2019/10/15/obiettivo-saronno-e-le-mezze-verita-del-rapporto-tra-forza-italia-e-lega/

Condividi: