Il programma amministrativo 2020-25

In questa pagina è riportato il programma amministrativo che il candidato sindaco Alessandro Fagioli ha sottoscritto e propone ai saronnesi.

Ai cittadini del Comune di Saronno

Le liste dei candidati al Consiglio Comunale e la collegata candidatura alla carica di Sindaco, contraddistinte dai simboli:

  1. “Cerchio racchiudente guerriero con spada e scudo con impresso leone alato con spada e libro chiuso contornato, nella parte superiore, dalla scritta “LEGA”, il tutto in colore blu; nella parte inferiore del cerchio, inserite in settore ancora di colore blu, sono, su due righe sovrapposte, le parole “SALVINI” di colore giallo e “LOMBARDIA” di colore bianco. Alla destra del guerriero è posizionato un cerchio blu racchiudente il profilo stilizzato della Lombardia, in colore rosso, con al centro guerriero blu con spada e scudo contornato nella parte superiore dalla scritta “LEGA LOMBARDA”, rossa.”
  2. “Cerchio contornato da margine di colore blu, contenente al proprio interno, al centro della parte superiore, la scritta “GIORGIA MELONI”, in carattere stampatello giallo su sfondo blu, su due righe; nella parte inferiore di colore bianco, un cerchio contenente: la scritta “FRATELLI d’ITALIA” in carattere stampatello bianco su sfondo blu su due righe, tre linee di colore verde, bianco e rosso, dal margine sinistro al margine destro del cerchio ed una fiamma Tricolore (verde, bianco, rosso) su base blu.”
  3. “Cerchio di colore blu contenente bandiera sventolante suddivisa in due campi, l’uno in alto verde, l’uno in basso rosso, separati con linea obliqua bianca; scritta FORZA ITALIA in carattere maiuscolo bianco; la parola FORZA in campo verde, la parola ITALIA in campo rosso; nella parte inferiore del simbolo, al centro sotto la bandiera, scritta orizzontale, in carattere maiuscolo blu, “BERLUSCONI””
  4. “Forma circolare contenente al centro, su sfondo bianco, la scritta in rosso “Saronno al Centro” sovrapposta alla sagoma stilizzata in linea blu di un castello, contornato da una corona circolare di colore blu con all’interno le parole in bianco “famiglia”, “lavoro”, “giustizia” e “solidarietà” e, nella parte di settore circolare inferiore la scritta in bianco “il popolo della famiglia” e quattro sagome rappresentanti un nucleo famigliare, contornata a sua volta da quattro corone circolari di minore larghezza, di colore, progressivamente verso l’esterno, bianco, verde, bianco, rosso.”

qui di seguito espongono il programma amministrativo per il quinquennio di mandato degli organi del Comune di Saronno.

Premessa

Saronno è la quarta città della Provincia di Varese per numero di abitanti, ma essendo posizionata ai confini di due province e di Città Metropolitana non ha un ente univoco di riferimento per il coordinamento delle attività di programmazione e progettazione dei servizi sul territorio.

Durante il primo mandato il Sindaco Alessandro Fagioli ha promosso degli incontri con le amministrazioni comunali limitrofe per condividere un progetto volto a superare questa situazione.

Questi incontri hanno portato alla creazione della Centrale Unica di Committenza del Saronnese, al tavolo sulla Sanità con ATS Insubria, all’inserimento di nuovi Comuni nella compagine societaria della Saronno Servizi SpA.

Si ritiene di dover proseguire in questa direzione per compiere ulteriori passi in avanti affinchè le popolazioni dei Comuni del Saronnese possano ricevere servizi di migliore qualità e coordinati sul territorio.

Durante il mandato 2015-2020 l’impegno e l’azione amministrativa sono serviti a tamponare e risolvere questioni annose su diverse tematiche e settori, in quanto trascurati negli anni precedenti: sicurezza, manutenzione degli stabili pubblici quali scuole, asili, impianti sportivi, strade e marciapiedi, illuminazione, giardini, etc. riportando i livelli dei servizi e della quotidianità da uno stato di estrema sofferenza ad un livello che possiamo considerare di normalità.

Non è stato però possibile “aggiustare e riorganizzare” tutto in soli cinque anni, periodo nel quale oltretutto le risorse economiche a disposizione sono state inferiori rispetto al passato. Su questo bisogna avere le idee chiare e come esempio è giusto ricordare che i proventi derivanti dalle costruzioni sono state di 1 milione l’anno circa, mentre nei 15 anni precedenti sono stati sempre compresi tra i 2 ai 9 milioni all’anno, per non parlare delle riduzioni di trasferimenti dallo stato centrale. Ci siamo inoltre trovati a dover pagare mutui accesi proprio in quegli anni in cui non vi era necessità di indebitamento.

Abbiamo altresì gettato le basi per i prossimi cinque anni, grazie alle numerose aree dismesse private alle quali si è dato il via per l’esecuzione delle bonifiche e per le riqualificazioni. Queste riqualificazioni porteranno benefici alla città in termini di investimenti e di lavoro, oltre ad una migliore vivibilità e decoro delle aree riqualificate. Vi saranno anche maggiori lavori di manutenzione e riqualificazione del patrimonio comunale grazie ai proventi derivanti proprio dagli oneri di urbanizzazione e dagli oneri di costruzione.

Durante i cinque anni di amministrazione abbiamo acquisito a favore del patrimonio comunale migliaia di metri quadri di superfici da destinare a servizi quali giardini pubblici, aree sportive, parcheggi, scuole e ne andremo a definire la destinazione. Questo porterà ad un ampliamento e rinnovamento delle aree vivibili da parte di tutti noi saronnesi.

Oltre a continuare a monitorare e migliorare gli impianti per mantenerli in sicurezza bisognerà affrontare il tema della “macchina comunale”. Per troppi anni non si è investito in maniera organica ed omogenea sulla strumentazione tecnologica a disposizione degli uffici. Il Sindaco Fagioli ha già riorganizzato l’ente con tre dirigenti anziché con i cinque presenti in passato, generando un risparmio di circa 390.000 euro l’anno da poter reinvestire in personale e tecnologie, oltre a circa 1 milione di euro di altri risparmi generati dalla riorganizzazione dei servizi; tali risparmi sono stati impiegati per il decoro urbano, per gli eventi in città e per i servizi in generale.

Solamente dalla creazione di un sistema di archivio digitale uniformato per tutto l’ente si potranno avere una serie di dati e conoscenze a portata di mano, visibili, consultabili sia da parte degli uffici sia da parte dell’utenza. Per tutti coloro che hanno la possibilità di ricevere documenti in formato digitale non sarà più necessario scomodarsi e venire fisicamente presso il Municipio, almeno per le pratiche ove sia previsto dalle normative.

È stata introdotto il “chatbot”, un risponditore automatico sul web per le informazioni più generiche; stiamo introducendo una pagina web con l’agenda digitale per richiedere agevolmente appuntamento presso i vari uffici.

Un altro punto dolente della macchina organizzativa, derivante dalla mancanza di un archivio digitale automatizzato, è stato l’impossibilità di creare un piano delle manutenzioni ordinarie. Durante il mandato in scadenzail Sindaco Fagioli ha fatto predisporre una scheda tecnica per gli edifici; queste informazioni dovranno essere elaborate in maniera automatica affinché il settore bilancio possa predisporre gli adeguati capitoli di spesa per gli interventi di manutenzione.

Un esempio: di recente, a seguito di forti temporali, si sono allagate le aule della scuola Aldo Moro. Solo in questa occasione si è potuto mettere mano alla documentazione di archivio e scoprire che la copertura del tetto aveva 40 anni e non vi erano state fatte manutenzioni particolari negli anni passati. Quando tutti questi dati saranno inseriti in formato digitale si potranno generare degli allarmi e delle informazioni tali da non trascurare più questi aspetti, ovvero non si lavorerà più in emergenza ma con una programmazione puntuale collegata alle voci del previsionale di bilancio.

Sarà necessario altresì investire in un progetto omogeneo per la gestione energetica, uno degli aspetti più delicati del futuro.

La sfida sarà quella di avere il Municipio, insieme alle società partecipate, quale fornitore di servizi di maggiore qualità e di semplice fruizione, per rendere Saronno ancora più vivibile per i residenti ed attrattiva per i non residenti; a pochi chilometri da noi si stanno sviluppando grandi progetti presso l’area di EXPO ove stanno sorgendo uffici, università, strutture sanitarie e molti dei lavoratori di queste future attività potrebbero scegliere la nostra città quale residenza.

Nei seguenti capitoli sono approfonditi i singoli argomenti affrontando in dettaglio le tematiche qui premesse.

Apparato Comunale

Nel 2015 il Sindaco Fagioli ha cominciato il mandato avendo tre dirigenti su cinque con un contenzioso aperto col Comune ed un altro dirigente con un secondo contenzioso: la strada era tutta in salita. Riteniamo di aver sanato le divergenze esistenti sia con la dirigenza sia con tutti i lavoratori.

Informatizzazione e archivio digitale automatizzato

Il Sindaco Fagioli ha recentemente dato mandato ad un dirigente di approntare il progetto per la riorganizzazione dei software e l’introduzione dell’archivio digitale automatizzato. Una volta introdotto, i processi di lavoro richiederanno meno tempo nella ricerca e nell’archiviazione dei documenti e miglioreranno il servizio reso ai cittadini e alle aziende.

Diversi servizi e documenti potranno essere forniti in remoto, quindi con risparmio di tempo e riduzione degli spostamenti.

Formazione e turnazione

Continueranno i percorsi di formazione per i dipendenti e sarà attuato il turn over per i settori ove si riterrà necessario rafforzare i servizi.

Agenda digitale

In seguito all’obbligo derivante dalla emergenza sanitaria, oggi si può accedere al Municipio solo tramite appuntamento; abbiamo introdotto l’agenda digitale per gli appuntamenti e tale modalità verrà affinata con l’esperienza: i cittadini possono richiedere appuntamento in Municipio direttamente dal web. Per i cittadini che hanno poca familiarità con la tecnologia le prenotazioni saranno possibili anche tramite il telefono.

Non appena si ridurranno le limitazioni imposte dall’emergenza sanitaria si tornerà ad accedere al Municipio in maniera diretta.

Questi sistemi aiuteranno l’utenza a rapportarsi con il Comune e ricevere un servizio migliore anche nel prossimo futuro.

Nuova modalità di programmazione

Abbiamo di recente cominciato a modificare parte del percorso di programmazione dei progetti e del bilancio.

In passato veniva chiesto di allocare a bilancio le risorse economiche per la realizzazione dei progetti, successivamente venivano redatti i progetti e le gare d’appalto.

Queste procedure, seppur valide in alcune circostanze, si sono rivelate inadeguate rispetto ad altre modalità di finanziamento recentemente introdotte. In questi casi verranno quindi prima redatti gli studi di fattibilità, successivamente i progetti.

Definiti i progetti si individueranno le risorse, anche attraverso i canali di finanziamento adeguati alla realizzazione delle opere.

Bilancio

Già nei cinque anni trascorsi il Sindaco Fagioli ha voluto fortemente che il previsionale di bilancio venisse approvato entro il 31 dicembre dell’anno corrente, permettendo quindi dal 1° gennaio dell’anno seguente di utilizzare appieno le risorse e non lavorando in “economia” o per “dodicesimi”.

Bilancio previsionale approvato prima del 31 dicembre

Anche nei prossimi anni il Bilancio comunale dovrà essere predisposto e votato nei tempi utili per garantire la piena fruibilità delle risorse e quindi la capacità di spesa e di intervento.

Vincolo di entrata e spesa

Alcune attività vedranno un vincolo tra le entrate e le uscite che saranno di conseguenza legate tra loro.

Esempio: Villa Gianetti introita circa centomila euro di affitti all’anno. Solo la metà di queste entrate veniva destinata alla cura e manutenzione dell’edificio e delle sue pertinenze, nonostante dalla sua inaugurazione non si fosse più messo mano né con interventi ordinari quali le imbiancature o interventi particolari, ma comunque necessari. Ogni euro in entrata, generata dall’ uso dell’edificio, dovrà essere prioritariamente speso per la manutenzione dell’edificio stesso. Solo nel caso in cui l’edificio non necessitasse interventi e solo in quell’anno specifico le risorse potranno essere spese altrove.

Sicurezza

Polizia Locale

Proseguirà il positivo lavoro di coordinamento con le altre forze dell’ordine al fine di rendere i risultati ottenuti in questi cinque anni uno standard qualitativo di riferimento.

Videosorveglianza

Si continuerà ad investire in tecnologie, come già fatto in questi anni, per aumentare il raggio della videosorveglianza nelle zone della città che sono al momento scoperte, anche in collaborazione con le utenze private. In particolar modo parchi e giardini verranno monitorati sull’esperienza positiva delle telecamere installate presso il Parco del Lura.

Strumenti affidabili e funzionanti

Telecamere, droni, bodycam, radio digitale e portali di lettura targhe sono ormai una realtà anche per la nostra città grazie all’opera di questi cinque anni: si tratta di strumentazioni che vanno mantenute in efficienza ed usate al meglio.

Anche la presenza di cani antidroga è ormai una realtà che va mantenuta nel tempo.

Protezione Civile

Nel corso del mandato 2015-20 è stato aggiornato il piano delle emergenze, ma verrà ulteriormente implementato sulla base delle esperienze acquisite durante l’ultima emergenza sanitaria.

La Protezione Civile avrà a disposizione la nuova sede, ora in allestimento, nei locali dell’ex seminario a fianco del Santuario. La strumentazione a disposizione verrà sostituita quando necessario.

Formazione e informazione

Verranno aumentati gli incontri formativi per la cittadinanza curati dai volontari della Protezione Civile, oltre ai tradizionali consueti appuntamenti, affinché tutti possano essere a conoscenza delle procedure di emergenza e del corretto comportamento da osservare in caso di bisogno.

Associazioni

Il coinvolgimento delle associazioni di riferimento sarà importante come lo è stato in questi cinque anni.

Caserma Guardia di Finanza

Verranno ultimati i lavori per la sistemazione dell’edificio di via Varese ex Palazzo di Giustizia per l’insediamento della Compagnia della Guardia di Finanza.

Caserma Carabinieri

Si identificherà una soluzione per la nuova caserma dei Carabinieri.

Lavori Pubblici ed Urbanistica

Sistema Informativo Territoriale (Database e Archivio Digitale)

Grazie al sistema di archivio digitale automatizzato da realizzare sarà possibile consolidare tutte le informazioni tecniche ed economiche necessarie per generare, finalmente, dei programmi di manutenzione ordinaria e straordinaria per gli edifici, per le strade ed i marciapiedi, per la manutenzione del verde, degli impianti sportivi e dei giardini pubblici oltre che per i sottoservizi quali fognature ed impiantistica varia.

CicloMetropolitana Saronnese

Verrà completato il progetto della CicloMetropolitana Saronnese con la riqualificazione dei marciapiedi di via Roma fino a Solaro (Introini), oltre ad un complessivo miglioramento degli accessi ai servizi con il miglioramento dei percorsi ciclopedonali.

Rotatorie e ciclabili dalle aree dismesse

Come previsto dai progetti delle aree dismesse, approvati nel mandato 2015-20, si realizzeranno: una rotonda sul retro stazione tra via Ferrari e via Luini, un percorso ciclopedonale su via Escrivà proseguendo fino a via Varese, un percorso ciclabile su via Piave che andrà a lambire il PalaExBo, e percorsi agevolati per i disabili dai quartieri periferici fino al centro città.

Viabilità

Un primo intervento di allargamento della strada Saronno-Monza, all’altezza dell’uscita autostradale A9 Saronno Sud (Origgio), è già stato finanziato da Regione Lombardia con 800 mila euro; questo intervento, che ricade sul territorio comunale saronnese, porterà il miglioramento dei flussi di traffico che oggi rappresentano una criticità della zona.

Nuovi edifici scolastici e ampliamento strutture sportive

Verranno individuate, all’interno dei circa 100 mila metri quadrati acquisiti dal Comune in questi cinque anni, le aree dove realizzare nuovi edifici scolastici ed asili (inclusa la Leonardo da Vinci che diventerà la casa delle associazioni), l’ampliamento di aree sportive per baseball e softball, tennis tavolo, calcio ed altre discipline sportive.

Giardini pubblici e aree attrezzate

I giardini pubblici e le aree attrezzate dovranno essere ben visibili dalla strada e senza la possibilità di generare quegli anfratti che ne facilitano il cattivo uso ed alimentano la percezione di insicurezza. Le aree verranno videosorvegliate e recintate.

Un esempio è l’area di via Leonardo da Vinci che ha visto, nel corso degli anni, l’insuccesso funzionale dello Skate park e dei campi da tennis, trasformati in campo da basket, la quale vedrà una riprogettazione in quanto tali impianti saranno dislocati altrove e resi visibili dalla strada.

Asfaltature, strade e marciapiedi

Le asfaltature continueranno ad essere realizzate secondo i criteri di priorità di intervento ed equità di spesa nei vari quartieri, garantendo così che la spesa sia distribuita equamente sul territorio.

In questi anni è già stata introdotta la lavorazione in notturna, ove necessario, per evitare di congestionare il traffico diurno e si proseguirà con questa modalità anche in futuro.

SUAP

Abbiamo creato l’ufficio Sportello Unico Attività Produttive per meglio coordinare le attività delle aziende agli uffici del settore urbanistica. Sono state introdotte numerose novità che andranno affinate.

Il cambiamento, di notevole impatto per chi deve affrontare le incombenze burocratiche, consiste nel fatto che l’utente non dovrà più recarsi da un ufficio all’altro, ma avrà un unico interlocutore per le pratiche complesse.

Gestione delle segnalazioni dei cittadini

Per quanto riguarda le segnalazioni di danni, buche etc. verrà introdotta un’applicazione che genererà una tabella lavori, visibile e consultabile da parte dei cittadini affinché siano a conoscenza della presa in carico della segnalazione da parte degli uffici e possano controllare l’intero processo fino alla programmazione ed esecuzione dell’intervento.

Adotta un lampione

Per le segnalazioni di guasti all’illuminazione pubblica esiste già il numero verde del gestore del servizio che è in grado di intervenire anche in meno di 48 ore se il problema è lieve.

La campagna di sensibilizzazione verso la cittadinanza “adotta un lampione” aiuterà a mantenere efficiente e funzionante l’illuminazione di tutta la città; una telefonata gratuita aiuta la città ad essere più bella e sicura.

Piano urbanistico Gianetti-Visconti-Da Vinci (GVV)

Le aree di Villa Gianetti, Palazzo Visconti e gli edifici scolastici “Leonardo Da Vinci” dovranno essere ricompresi in un unico piano urbanistico; non ha senso pensare a Palazzo Visconti come un progetto isolato da tutto il comparto. Si arriverà dunque ad un’importante riqualificazione di tutta l’area.

Sarà fondamentale definire la tipologia di gestione per i vari edifici. Rimane fermo il principio secondo il quale le attività che si svilupperanno in tali edifici dovranno generare anche le risorse per mantenere gli stessi con il giusto decoro, attraverso una puntuale gestione del bilancio comunale e vincolando le entrate alle uscite.

Villa Gianetti

La sede di Saronno Servizi verrà spostata da Villa Gianetti così da renderla un polo di eventi culturali e di rappresentanza istituzionale nella sua totalità.

Palazzo Visconti

Palazzo Visconti dovrà essere un luogo vissuto. Vi andranno insediate attività che ne permetteranno la fruizione degli ambienti e del cortile.

Scuola Leonardo Da Vinci

Questo il luogo dove sarà insediata la nuova Casa delle Associazioni.

Progetto riqualificazione Ferrovie Nord

Riqualificazione piazza Cadorna

Con il grande progetto che abbiamo seguito insieme a Ferrovie Nord Milano verranno realizzati nuovi uffici garantendo a Saronno un importante polo lavorativo oltre ad una riqualificazione della Stazione di piazza Cadorna.

Il progetto è stato di recente finanziato da Regione Lombardia per 35 Milioni di euro.

Vi sarà la riconfigurazione degli edifici ferroviari e la realizzazione di barriere a protezione dei caseggiati adiacenti ed inoltre:

Accesso al quartiere studentesco

In Stazione è prevista la realizzazione di nuovi ascensori e lo sviluppo di percorsi ciclopedonali che collegheranno la Stazione a viale Santuario a tutto vantaggio del polo studentesco insediato nel quartiere.

Nuovi parcheggi di interscambio gomma-ferro

È in progetto la realizzazione di un nuovo parcheggio da 300 posti presso la stazione di Saronno Sud.

Nel retro stazione centrale verrà realizzato un nuovo parcheggio interrato da 500 posti affidato alla gestione di Saronno Servizi.

Ampliamento area mercato

Il recupero di aree a ridosso di Piazza dei Mercanti consentirà un miglior posizionamento delle piazzole per i commercianti ambulanti.

Piazza Unità d’Italia

Verrà riqualificata l’area di Piazza Unità d’Italia ampliandone i parcheggi; nella zona saranno rivisti gli spazi dei giardinetti in superficie che completeranno la riqualificazione dell’area tra via San Cristoforo ed il parco De Rocchi. Verrà valutata l’opportunità di realizzare un ulteriore parcheggio interrato.

Revisione del PGT

Gli enti di governo stanno modificando le normative di riferimento del Piano di Governo del Territorio; dovrà quindi essere revisionato in tal senso recependo le modifiche ed altresì per individuare aree necessarie allo sviluppo delle attività produttive e artigianali di cui oggi Saronno è attualmente sprovvista in quanto senza lavoro non c’è futuro.

Aree dismesse

Procederemo a trattare le aree dismesse così da continuare l’opera di bonifica delle zone inquinate in città, così come avvenuto in questi cinque anni di amministrazione.

Riqualificazione Ex Standa

Un’idea maturata in questi anni è stimolare la proprietà dell’edificio comunemente conosciuto come “ex Standa”, che affaccia su piazza Libertà, per arrivare ad una riqualificazione del piano terra al fine di dare continuità di camminamento verso piazza La Malfa; si ipotizza inoltre la realizzazione di spazi “aperti” tipo terrazze eliminando porzioni del muro di facciata.

Gestione Parcheggi

La sperimentazione della nuova gestione del parcheggio di Piazza Mercanti sta permettendo alla Saronno Servizi (nostro gestore e nostra società partecipata) di acquisire nuove tecnologie per la gestione dei parcheggi.

Nel prossimo futuro saremo in grado di gestire meglio tutti gli stalli in città, sulla base delle necessità reali che variano durante l’arco della giornata e della settimana, così da meglio utilizzare gli stalli esistenti; in questo modo potremo rendere più fruibili i servizi cittadini e ad un costo tariffario orario calmierato. È importante sottolineare che altre città della provincia hanno tariffe più alte delle nostre: a Saronno gestiremo meglio i parcheggi esistenti senza aumentare le tariffe di sosta.

Si potrà migliorare la gestione dei parcheggi in zona stazione e nei quartieri adiacenti anche grazie alla realizzazione di 300 stalli presso lo scalo di Saronno Sud e di 500 stalli interrati, che sostituiranno i 300 realizzati temporaneamente presso l’area ex de Nora, nel retro stazione Saronno centro.

Il parcheggio situato sul terreno della ex de Nora è temporaneo; appena sarà in funzione il nuovo parcheggio interrato tale area diventerà l’accesso al grande parco urbano che si svilupperà a partire dalla ex Cemsa fino alla ex Isotta Fraschini.

Trasporto Pubblico Locale

Biglietto unico integrato

Con l’introduzione dell’Agenzia del Trasporto Pubblico Locale che comprende le aree geografiche delle Province di Varese Como e Lecco, anche il trasporto urbano deve rientrare in questa gestione affinché si possa arrivare al biglietto unico integrato.

In questi anni non abbiamo potuto modificare i contratti in essere, ma abbiamo fornito i criteri per migliorare il trasporto con gli autobus urbani.

Orari e frequenze

Il trasporto urbano dovrà garantire l’accesso ai servizi essenziali 7 giorni su 7 in quanto per alcune fasce della popolazione è spesso l’unico mezzo a disposizione. Molti dei nostri anziani, ad esempio, hanno la necessità di visitare parenti e conoscenti presso le strutture sanitarie ed il trasporto pubblico è in molte circostanze l’unica risorsa a loro disposizione.

Sarà predisposto un servizio festivo.

Car sharing, car pooling e colonnine elettriche

La sperimentazione del car sharing e del car pooling, oltre all’installazione di coloninne per la ricarica dei veicoli elettrici, sta fornendo gli stimoli per cambiare la modalità di avvicinamento al centro città con la conseguente riduzione di traffico e l’utilizzo di veicoli meno inquinanti.

Sport, Ambiente e Territorio

Gestione degli impianti

Per ottemperare alle normative sulla gestione degli impianti, ove non ci siano convenzioni in corso o in scadenza, si affideranno le aree sportive alla Saronno Servizi, così da introdurre una gestione più economica efficace ed efficiente: un nuovo modello di coordinamento tra Comune-gestore-realtà sportive. L’obiettivo è di raggiungere un livello di manutenzione e pulizia delle strutture adeguate alle esigenze reali.

Accesso agli impianti

La gestione complessiva degli accessi agli impianti dovrà seguire il principio di responsabilità da parte di chi vi opera.

Rapporto con associazioni e società sportive

Il dialogo con le associazioni e società di riferimento sarà costante come già avvenuto nel periodo 2015/20.

Dote Sport

Introdurremo una dote sport per incentivare i giovani ad intraprendere percorsi sportivi che gioveranno al fisico, alla mente ed al superamento dei propri limiti come forma educativa.

Riqualificazione stadio comunale

Verranno completate le opere di riqualificazione dello Stadio Colombo-Gianetti.

Dopo aver riqualificato la tribuna ovest, gli spogliatoi, gli ingressi e la pista di atletica sarà ora il turno dell’impianto di illuminazione del campo.

Riqualificazione pista indoor PalaDozio

Al PalaDozio verrà riqualificata la pista indoor, ormai usurata dal tempo e dall’utilizzo.

Ampliamento impianti sportivi

Le aree acquisite dal Comune tra il 2015 ed il 2020 verranno in parte destinate all’ampliamento di impianti esistenti (baseball e softball, tennis tavolo, pattinaggio, ciclismo), ed all’aumento dell’offerta dello sport “non organizzato”: campi da basket, percorsi vita, nuovo posizionamento dello skate park etc.

Bosco in città

I terreni di proprietà comunale presenti nell’area ex Cantoni vedranno sorgere il primo bosco in città, nuova area verde collegata al Parco Lura.

Istruzione, Cultura, Turismo, Eventi

Nuovi asili e scuole

Verranno individuate le aree per costruire nuove scuole ed asili in sostituzione delle strutture obsolete ed usurate.

Ampliamento offerta nidi e materne

L’Istituzione Zerbi, insieme all’assessorato all’istruzione, dovrà coordinare i servizi in ottica di programmazione futura anche coinvolgendo le strutture private che vorranno accreditarsi, così da rendere più ampia e varia l’offerta dei nidi e delle scuole materne in città.

Coordinamento museale

I progetti realizzati per il rilancio della Città attraverso la storia della cantante lirica Giuditta Pasta (Concorso Internazionale di Lirica e museo Giuditta Pasta e De Rocchi), saranno da stimolo per un più ampio progetto di coordinamento museale.

Promozione del territorio

L’esperienza di recente maturata in Provincia dal Sindaco Fagioli quale vice presidente e consigliere con deleghe ai rapporti istituzionali e cultura ha evidenziato la necessità di dover mettere in rete le informazioni dell’offerta culturale in città, sia dei musei ed esposizioni pubbliche sia di quelle private.

Esistono i mezzi tecnologici per realizzare tutto ciò ed abbiamo già presentato a Saronno il portale “DoYouLake”, realizzato dalla Camera di Commercio; si tratta di un portale gratuito ove proporre le strutture ricettive i luoghi di cultura e non solo per stimolare il turismo culturale.

Abbiamo in città Hotel, Motel e Bed & Breakfast: la clientela spesso non sa quali attività vi siano in Saronno. Il Distretto Urbano del Commercio e questo progetto integrato dei musei e degli spettacoli saranno i vettori per diffondere le informazioni necessarie ai visitatori ed agli abitanti del territorio.

Tre Valli Varesine – il centenario

Ci sarà l’opportunità di ospitare il centenario della Tre Valli Varesine, appuntamento annullato nel 2020 a seguito dell’emergenza sanitaria, così da continuare l’esperienza di un importante evento mediatico di risonanza mondiale per il ciclismo professionista e per la nostra città.

Casa Morandi

Biblioteca

A seguito del monitoraggio sulla qualità del servizio che ha dato un esito di buona soddisfazione da parte dell’utenza, è opportuno continuare nella direzione impostata nei cinque anni passati, riguardo i progetti sulla promozione della lettura. Si stanno cercando nuovi spazi per garantire la piena fruibilità delle sale di consultazione dei testi in ottemperanza alle misure anti-COVID. Lo Spazio Giovani in allestimento al Matteotti sarà uno spazio aggiuntivo alle politiche giovanili.

Spazio Giovani

Questo Spazio sarà il luogo dove i giovani ed i gruppi giovanili potranno “progettare, provare e produrre” quelle iniziative che dovranno poi essere realizzate ed esibite nelle piazze o in altre sedi. Di fatto la sede si presterà quale spazio per dei “laboratori” da prenotare a seconda delle esigenze ed anche come eventuale sala per studenti.

Fondazione Teatro Giuditta Pasta

La Fondazione Teatro è stata rimessa in equilibrio di bilancio ed opera per garantire sia una stagione “cartellonistica” adeguata al nostro pubblico sia una offerta culturale ai nostri cittadini con i corsi di teatro agli studenti etc. Continuerà in questo percorso di gestione oculata e coraggiosa, rinnovando l’offerta di anno in anno.

Giovani artisti in piazza

Con le associazioni culturali e le scuole musicali sarà studiato un percorso di utilizzo delle piazze cittadine per incrementare il numero di eventi quali i saggi di fine corso, le letture e le esibizioni per continuare a tenere vive le piazze cittadine ed offrire così maggiori opportunità ai nostri giovani artisti che difficilmente trovano spazi e palcoscenici a loro disposizione. Durante i cinque anni passati abbiamo installato i necessari quadri elettrici in alcune piazze.

Corpo musicale cittadino

Il Corpo Musicale Cittadino ha avuto un sostegno diretto in questi cinque anni, ma riteniamo che si debba altresì trovare una diversa sede, così come per le altre associazioni che sono ora nel seminterrato della scuola Ignoto Militi.

Al momento è stato dato mandato che vengano provvisoriamente ospitati presso l’ex CAG al Matteotti, ove è in allestimento il nuovo “Spazio Giovani”.

Area Feste

L’area feste sarà finalmente realizzata.

È stato prima necessario acquisire i terreni a patrimonio comunale.

L’area, una volta realizzata, servirà alle associazioni saronnesi quale luogo di grande aggregazione per feste ed eventi. Basti pensare quale esempio al Circolo sardo che non trovando spazi adeguati in città deve necessariamente organizzare le proprie feste altrove. L’area un tempo adibita a tali scopi era quella di via Primo Maggio, ma oggi è indisponibile a seguito dell’inserimento di altri servizi.

L’area feste permetterà anche una migliore fruizione dei campi da gioco del Matteotti.

Casa delle Associazioni

Verranno individuate sedi associative più vicine al centro città, in ampliamento o sostituzione delle sedi attuali più decentrate, utilizzando i progetti urbanistici e le opere pubbliche in divenire. L’attuale scuola Leonardo da Vinci, una volta ricollocata presso un nuovo edificio, potrà essere uno spazio adeguato quale sede delle associazioni.

Commercio ed Attività Produttive

Aree per lo sviluppo artigianale e produttivo

Oltre a migliorare i servizi resi dagli uffici comunali, verranno individuate aree adeguate allo sviluppo Artigianale e Produttivo. Saronno oggi è carente di spazi per le nuove imprese; vanno identificate, tramite il SUAP, eventuali espansioni delle aziende esistenti come già avvenuto in questi cinque anni.

In collaborazione con Regione Lombardia daremo maggiore visibilità alle risorse economiche a disposizione per le nuove start-up e per la riqualificazione dei capannoni esistenti da riattare.

Politiche di sostegno industriale

Valorizzeremo la presenza delle eccellenze industriali nel saronnese, puntando su politiche di distretto che, anche attingendo a fondi europei, possano integrare i temi della formazione professionale, della ricerca di lavoro per i nostri giovani e del supporto agli investimenti industriali delle imprese stesse.

Sostegno al commercio

Il commercio va mantenuto quale tipologia di negozio di vicinato.

Verrà introdotto il tavolo di lavoro con i proprietari degli immobili destinati al commercio e alla vendita dei prodotti artigianali insieme alle associazioni di categoria.

Bisogna realizzare uno studio per agevolare chi vuole avviare la propria attività in città affinché possa trovare lo spazio ed il luogo adatti per realizzare un’impresa di successo.

Il Distretto Urbano del Commercio (Associazione tra il Comune di Saronno e ASCOM) agirà su progetti annuali e pluriennali così da pianificare le attività di attrazione con un calendario definito da integrarsi con le attività istituzionali ed associative.

Sempre attraverso il DUC gli esercenti troveranno il supporto per sviluppare l’e- commerce.

Riduzione della filiera di consegna

Troppi sono gli intermediari che si frappongono tra i nostri artigiani e l’utenza per la consegna a domicilio. Va studiata la fattibilità di un sistema di consegne a domicilio “made in Saronno” che possa esser gestito direttamente dai commercianti o attraverso il DUC.

Nuovo arredo urbano

Sempre in collegamento con una nuova “idea di urbanistica” verrà ridefinito l’arredo urbano.

Locali senza barriere architettoniche

Si realizzerà, a favore delle categorie deboli, un logo per i locali accessibili senza barriere architettoniche.

Progetti e Bandi

Si continuerà a partecipare ai bandi onde ottenere le risorse necessarie allo sviluppo ed all’ammodernamento del commercio cittadino.

Fondo di Rotazione a sostegno delle attività

Verrà istituito un fondo di rotazione a sostegno delle realtà artigianali e commerciali e verranno incentivate le nuove attività che decideranno di insediarsi in spazi oggi inutilizzati.

Occupazione del suolo pubblico

Preso atto del gradimento, da parte degli esercenti e dei fruitori, della maggiore presenza di tavoli e sedie all’aperto di bar e ristoranti stiamo valutando come poter garantire pari presenza per gli anni futuri.

Servizi Sociali

Un aiuto per tutti

Le modifiche organizzative degli uffici realizzate in questi cinque anni hanno portato al risultato di spendere meglio ed aiutare di più.

La costituzione del tavolo di coordinamento delle associazioni di volontariato ha portato al fondamentale risultato di non lasciare indietro nessun saronnese. Ad oggi non risultano concittadini costretti a dormire per strada per mancanza di alloggio.

Collaborazione con fondazioni e associazioni

Le fondazioni e le numerose ed attivissime associazioni cittadine trovano la collaborazione da parte della amministrazione comunale e così dovrà continuare in futuro.

Assegnazione alloggi popolari

Una recente sentenza ha annullato il criterio dei cinque anni di residenza in Regione Lombardia per accedere al sistema di assegnazione alloggi pubblici.

Questo ci vede in grave difficoltà in quanto gli alloggi ALER e comunali SAP potrebbero essere assegnati a famiglie che non sono del territorio.

Troveremo sistemi alternativi per garantire ai saronnesi l’accesso agli alloggi comunali.

Stiamo rivedendo il contratto di quartiere del Matteotti onde evitare di saturare l’area di alloggi ALER per meglio distribuirli sul territorio. Si potranno così rendere fruibili superfici ad oggi inutilizzate per il quartiere, in collegamento con le aree dismesse ancora da riqualificare.

Sportello Disabili

Verrà istituito uno sportello di riferimento per persone con disabilità, in collaborazione con le associazioni, per fornire consulenza sui temi più importanti ed impattanti nella vita delle persone e delle famiglie.

Manager della disabilità

Verrà istituita la figura del Disability Manager che si impegnerà a promuovere presso le singole componenti dell’Amministrazione comunale una attenzione peculiare alle necessità delle persone con disabilità, evidenziando possibili linee guida di intervento, al fine di promuovere i diritti delle persone con disabilità e l’effettiva accessibilità alle strutture, infrastrutture e servizi.

Nella fase di progettazione e di riqualificazione dei percorsi ciclopedonali aiuterà ad integrare quegli elementi essenziali alla mobilità accessibile.

Verranno realizzati e migliorati strumenti quali applicazioni per smartphone circa i percorsi pedonali, gli esercizi commerciali attrezzati etc.

Centro Anziani

Il centro anziani, ospitato presso la Fondazione Gianetti di via Marconi, ha visto l’intervento del Comune quale supporto alle attività ricreative permettendo quindi al gruppo di rimanere presso questa sede.

Per quanto riguarda il gruppo di Cassina Ferrara si sono riviste le tempistiche della durata della convezione per l’utilizzo della sede di proprietà comunale.

In generale il dialogo è stato continuo e positivo per poter comprendere le esigenze di queste importanti realtà e risolverne gli eventuali problemi che si sono palesati nel tempo.

Si continuerà a porre un’attenzione costante a queste realtà e ove sorgessero nuovi gruppi spontanei vi sarà un supporto da parte dell’amministrazione.

X2: Dopo di Noi, Housing e Co-housing sociale

È già stato deliberato da questa amministrazione che l’edificio denominato X2 situato al Matteotti vedrà l’insediamento di housing e co-housing sociale e per il “dopo di noi”, tema quest’ultimo attorno al quale verrà costruito un percorso di sensibilizzazione anche con il supporto degli enti associativi già esistenti.

Animali

Abbiamo aperto un tavolo di lavoro con ENPA per sviluppare un progetto intercomunale in quanto ENPA attraverso le sue attività offre un servizio a largo raggio oltre che a Saronno.

Si individuerà una nuova sede e si promuoveranno materiale ed incontri informativi sul controllo demografico della popolazione animale con campagne di sterilizzazione ai sensi della normativa vigente, prevenzione del randagismo e servizio informazioni per animali domestici smarriti e ritrovati.

Promozione di campagne informative per l’educazione sanitaria e zoofila.

Le aree cani in città verranno rinnovate.

Salute

Ospedale

L’Ospedale è nel cuore dei saronnesi. È una realtà importante, ma non è sotto la gestione del Comune.

Il continuo dialogo con la città e con le direzioni generali della ASST della Valle Olona (gestore degli ospedali di Saronno, Busto Arsizio, Gallarate e Somma Lombardo), della ATS Insubria (la vecchia ASL che oggi comprende i territori delle Province di Varese e Como) e con Regione Lombardia, ha visto promuovere il tavolo dei Sindaci del saronnese con ATS Insubria e l’ammontare di circa 23 Milioni di euro (in parte già investiti), in investimenti specifici per l’Ospedale di Saronno.

Questi investimenti servono e serviranno per migliorare e rinnovare i macchinari, le sale operatorie, i reparti e la struttura stessa.

Farmacie comunali

Le farmacie comunali continueranno a lavorare attraverso la gestione della Saronno Servizi mantenendo i livelli di qualità raggiunti anche con la consegna dei farmaci a domicilio e con una serie di visite da poter effettuare presso le farmacie stesse.  

Compito affidato alla Saronno Servizi è quello di ampliare l’offerta affinché la cittadinanza possa trovare anche qui un punto di riferimento.

Società Partecipate e Fondazioni

Saronno Servizi Spa

In questi cinque anni ha visto l’ingresso di due nuovi soci: il Comune di Solbiate Olona, del quale ha preso in gestione la piscina e la farmacia comunale, il Comune di Ceriano Laghetto in corso di perfezionamento.

Tra gli obiettivi primari della società sarà importante l’acquisizione di nuovi soci pubblici tra i Comuni del Saronnese.

Nel prossimo futuro l’azienda dovrà attrezzarsi per diventare il gestore dell’illuminazione pubblica, del calore e più in generale del comparto energia, specializzandosi sempre più in tal senso anche attraverso il partenariato pubblico-privato.

Saronno Servizi dovrà anche aumentare la capacità di gestione degli impianti sportivi così da diventare il collettore delle società sportive cittadine e dei singoli sportivi in coordinamento con l’assessorato allo sport.

Saronno Servizi Dilettantistica

Ha lavorato per il raggiungimento del pareggio di bilancio.

Oltre a gestire i propri impianti sportivi quali la piscina ed il palaExbo, dovrà sempre più diventare catalizzatore per le realtà sportive saronnesi ed in collaborazione col Comune prendere in gestione le aree sportive comunali, generando sinergie ed economie di scala. Il Comune avrà così modo di intervenire in maniera più efficace sulla manutenzione dei propri impianti.

Sessa Srl

Sessa è una società che negli anni passati è stata male utilizzata dal Comune.

Anziché gestire immobili con una finalità precisa è stata l’àncora di salvezza per il Comune che non sapeva come ampliare la propria disponibilità di alloggi comunali a favore delle situazioni emergenziali. Questo ha prodotto una carenza di risorse economiche della società stessa, la quale non può operare con slancio.

Le nuove normative indicano che il Comune deve vendere le proprie quote societarie. Questo tentativo è stato ripetuto in due occasioni, ma nessuna offerta è pervenuta.

Sono già stati individuati diversi percorsi per rendere questo patrimonio utile per la città e migliorare la potenzialità di offerta degli alloggi pubblici.

Lura Ambiente Spa

Lura Ambiente è la società che si occupa del ciclo dell’acqua e delle fognature; attualmente a Saronno diverse funzioni sono delegate alla Saronno Servizi.

Lura Ambiente vive una situazione particolare in quanto le attività di gestione andranno divise tra i nuovi gestori unici dell’acqua di Varese e di Como. La società diventerà una scatola vuota conducendo a due sole ipotesi per il futuro: trovare una nuova ragione sociale o procedere alla liquidazione.

Ad ogni modo ad oggi è una società in salute che lavora bene e genera risultati positivi sia in termini di servizi che economici.

Fondazione Teatro Giuditta Pasta

La Fondazione Teatro è stata al centro di mille attenzioni politiche e mediatiche.

In passato chiedeva al Comune fino a 350.000 euro all’anno. Nel 2015 ne ha richiesti 260.000, nel 2016 210.000 e negli anni seguenti 160.000 all’anno.

Nonostante la significativa riduzione dei contributi del Comune, grazie all’impegno costante ed alla determinazione di questi ultimi anni da parte della nuova dirigenza della fondazione, il bilancio annuale è tornato in pareggio; persistono ancora i passivi accumulati dalle precedenti gestioni. La Provincia di Varese ha di recente approvato il piano di rientro triennale.

Le prestazioni attuali costano al Comune la metà rispetto alle precedenti gestioni pur garantendo più servizi in termini qualitativi e quantitativi.

FOCRIS

FOCRIS è la casa di riposo intercomunale.

L’abbiamo “ereditata” dalla precedente amministrazione con una perdita media di circa 350.000 euro all’anno. Nel 2019, grazie all’impegno costante di questi cinque anni da parte del Presidente, del CDA e della direzione, si è arrivati al sostanziale pareggio di bilancio.

Le nuove normative sul Terzo Settore porteranno a mantenere FOCRIS proprietaria dell’immobile, ma non più quale gestore diretto del servizio.

Consorzio Parco Lura

Consorzio Parco Lura è una realtà consolidata in termini di gestione del parco, con progetti interessanti di valorizzazione, manutenzione e riqualificazione.

I lavori di realizzazione del nuovo edificio che ha sostituito la Cascina Delle Vigne (o Paiosa) sono in fase di completamento; a breve al suo interno si potranno avviare le attività didattiche e il punto di ristoro per chi frequenta il parco cittadino.

Sono state inaugurate le aree di laminazione a nord di Saronno che aiutano a preservare il territorio da possibili allagamenti in caso di piena. Sono parte integrante del Parco e piacevoli da frequentare. Studieremo nuovi progetti di collaborazione con il Consorzio Parco Lura per garantire un più alto livello di sicurezza, decoro ed igiene. Un primo passo è già stato realizzato con l’installazione del sistema di video sorveglianza all’ingresso del parco.

Condividi: