Bilancio e patrimonio

in sintesi:
BILANCIO
La maggiore criticità riscontrata nell’attività del settore finanziario è stata quella di non poter conoscere preventivamente le risorse disponibili per poter procedere alla programmazione finanziaria, in un contesto caratterizzato dalla costante riduzione dei trasferimenti erariali e dalla minore disponibilità di mezzi propri per finanziare spese di investimento; la critica situazione economica, infatti, ha determinato una contrazione del gettito degli oneri di urbanizzazione.
Nonostante questa situazione non sono state aumentate le tariffe e le aliquote delle imposte, tranne quella della Tari il cui incremento è stato necessario a causa dell’aumento dei costi del servizio, indipendente dalla volontà della amministrazione, relativo al conferimento dei rifiuti per lo smaltimento degli stessi.
I tagli dei trasferimenti sono stati in parte compensati con la riduzione delle spese derivanti dal pagamento di affitti passivi (scuole materne, centro per l’impiego) e per l’illuminazione pubblica.
PATRIMONIO
L’Amministrazione comunale ha continuamente monitorato l’utilizzo oneroso del patrimonio comunale per conseguire l’accertamento delle somme previste in bilancio e ha acquisito parte dei terreni necessari alla realizzazione dell’area feste di via Sampietro, oltre ad altre migliaia di mq da adibire a verde, aree sportive, parcheggi e servizi.

I principali risultati ottenuti nel corso del mandato:

  • Investimenti per opere pubbliche
  • Investimenti per manutenzioni ordinarie e straordinarie
  • Stanziamenti per la nuova scuola Rodari
  • Riduzione indebitamento totale dell’Ente
  • Acquisizione terreni per salvaguardia aree verdi
  • Manutenzione stabili per tutela del patrimonio pubblico
  • Centrale Unica di Committenza CUC a servizio di Saronno e di altri comuni per una migliore gestione degli acquisti di prodotti e servizi
  • Utilizzo di finanziamenti e bandi per la realizzazione di opere attese da decenni e per nuovi progetti (ad es. Ciclo metropolitana del saronnese)
  • Nuovo impianto di illuminazione pubblica a LED per ridurre i costi di energia elettrica
  • Modifiche al Regolamento di contabilità armonizzata
  • Bilancio previsionale approvato entro il 31 dicembre dell’anno corrente
  • Aumento sensibile del fondo crediti di dubbia esigibilità ed eliminazione dei crediti deteriorati
  • Chiusura vecchie pratiche e contenziosi giacenti da anni in Comune con recupero di ingenti somme a credito
Condividi: