Sicurezza

In sintesi:
Permanendo la criticità tra le risorse umane e strumentali a disposizione e le aspettative dei cittadini in ordine alla sicurezza, si è operato per adeguare ed incrementare l’organico della P.L. a 35 unità con l’indizione dei relativi concorsi e assunzioni in considerazione della continua mobilità, diminuzioni e pensionamenti del personale avvenuti in questi anni.
Questo ha permesso di avere una costante presenza di agenti sul territorio, nelle aree centrali e sensibili della città e nei quartieri utilizzando modalità organizzative flessibili, riorganizzando i servizi, mettendo in campo strumentazioni adeguate e tecnologicamente più avanzate dalle telecamere alla sostituzione costante del parco mezzi, alla dotazione di droni, bodycam, una nuova centrale radio.
Questi i punti salienti dell’azione amministrativa in materia di sicurezza:

  • Stretta collaborazione con Prefettura e forze dell’ordine per azioni coordinate di controllo del territorio
  • Progetto di collaborazione tra le Polizie Locali di Saronno, Varese, Busto Arsizio e Gallarate
  • Netto miglioramento della percezione di sicurezza
  • Più agenti e più strumenti tecnologici a loro disposizione
  • Più controlli, più denunce
  • Nuova sede della Protezione Civile in fase di completamento
  • Approvazione del nuovo piano di emergenza di Protezione Civile
  • Collaborazione con le associazioni d’arma per attività di volontariato per prevenzione e controllo del territorio
  • Meno incidenti stradali e meno feriti
  • Modifiche alla viabilità per incrementare la sicurezza
  • Nuovo impianto di illuminazione pubblica a LED

Il Sindaco FAGIOLI ha fatto molto per la sicurezza, grazie all’aiuto della Polizia Locale. I numeri di reati contestati per immigrazione, sostanze stupefacenti e danneggiamenti/occupazioni ad opera di anarchici sono raddoppiati e triplicati a testimonianza di un maggiore controllo ed efficacia nell’azione di contrasto al crimine.

Anche sul fronte degli incidenti stradali si può osservare un netto miglioramento nel minor numero di incidenti e nella ridotta gravità a testimonianza del fatto che un limite di velocità generalizzato a 30 km/h non era la soluzione corretta.

Galleria di immagini di alcune delle attività di controllo ed intervento della Polizia Locale, senza dimenticare la preziosa collaborazione in Consiglio Comunale.

  • partecipazione cerimonie istituzionali

Sono stati intensificati i rapporti con la Prefettura e la Questura di Varese, la compagnia dei Carabinieri di Saronno e la tenenza divenuta compagnia della guardia di Finanza. Questo ha comportato un incremento dei servizi sulla città con presenza costante di pattuglie della Polizia di Stato e servizi costanti della Polizia Ferroviaria nelle aree delle stazioni di Saronno. Da ciò sono nati servizi coordinati tra la Polizia Locale e le altre Forze dell’Ordine che hanno comportato una costante presenza sul territorio a contrasto di fenomeni di criminalità, presidio delle aree sensibili contrasto allo spaccio di stupefacenti.
Con la Regione Lombardia sono stati stipulati accordi per i servizi di presidio del territorio della P. L. sia per problematiche viabilistiche sia per interventi di sicurezza urbana con relativi finanziamenti, oltre ai servizi di ordine pubblico effettuati nel corrente anno per il rispetto delle normative anti COVID-19.
Nella attività di controllo del territorio è stato ampliato il sistema di videosorveglianza raddoppiando le telecamere ora oltre 100 apparati, adeguato il software e ampliata la fibra ottica oltre alla sostituzione delle telecamere ormai obsolete. Sono stati inseriti dieci portali di videosorveglianza e lettura targhe dei veicoli transitanti nella città, tale sistema condiviso con le altre forze dell’ordine della città e collegato a livello nazionale con gli apparati statali, ha permesso di controllare i veicoli senza assicurazione e revisione in circolazione ai fini della sicurezza della circolazione e di ausilio nella prevenzione e controllo dei reati. Non trascurabile il controllo dei transiti permette di elaborare e monitorare i flussi di circolazione ai fini di soluzioni viabilistiche e controllo delle criticità.
E’ stata attivata la revisione del piano della sosta e ampliamento della zona residenti e delle aree di sosta libera e a pagamento, con nuove limitazioni orarie e ampliamento delle aree di sosta di interscambio gomma/ferro e posteggi dedicati al raggiungimento da parte dell’utenza ai servizi pubblici (posteggio ex De Nora, Piazza Mercanti, Via I° Maggio, Via Volpi, Via Balaguer, Piazza Saragat). Interventi sulla zona a traffico limitato hanno consentito un miglior accesso nel centro per supporto alle attività commerciali e miglior vivibilità degli spazi con apertura del varco di Via Cavour dalle 15 alle 24 dal lunedì al venerdì, intervento teso a consentire maggior apertura delle attività in orari serali con maggior presenza di cittadini in tali aree che rischiano di essere luoghi non frequentati e percepiti come pericolosi.

Sono stati attivati interventi tesi al contrasto delle attività di spaccio nelle aree centrali della città e stazione con ausilio di cani antidroga, controllo costante degli irregolari presenti sul territorio con relative fotosegnalazioni e denunce, attività tese al contrasto di atti vandalici, scritte, accattonaggio molesto, vagabondaggio e lordamento delle aree pubbliche e parchi della città.
Queste attività hanno progressivamente diminuito la presenza di situazioni di degrado, presenza nel centro di situazioni di spaccio e presenza di irregolari, le situazioni che permangono sono costantemente monitorate. Con i privati e gli amministratori degli edifici nelle aree della ztl si è operato per chiudere in ore serali le zone non sorvegliabili oltre ad accordi per posizionare telecamere collegate con il sistema di videosorveglianza comunale, oltre al potenziamento dell’illuminazione pubblica e privata e riduzione delle siepi e cespugli e miglior manutenzione delle alberature sempre con l’obiettivo di massima visibilità delle aree pedonali e accessi alle proprietà private.
Con la ristrutturazione di Piazza Mercanti si è provveduto ad una riorganizzazione dei posteggi del mercato dotando le nuove aree posteggio con relativi servizi di acqua ed energia elettrica, oltre che attuare soluzioni in ordine alla sicurezza delle vie intorno ai plessi scolastici di Via Monti, Ramazzotti, Pola, San Giuseppe per problematiche di emergenza e viabilità.
La Polizia Locale collabora con le associazioni cittadine di riferimento per i servizi ausiliari all’ingresso e all’uscita dalle scuole, durante gli eventi pubblici e nelle emergenze, come nel periodo del Covid.
E’ stato attivato un servizio di verifica delle residenze: sono state cancellate oltre 250 residenze fittizie di persone o nuclei familiari ormai residenti all’estero da lungo periodo, ma che traevano benefici amministrativi.
E’ stato scongiurato l’insediamento di un centro di accoglienza profughi nelle adiacenze del Santuario e del Collegio Castelli, una zona non idonea per tale servizio a causa della presenza di numerosi istituti scolastici.
L’edificio di via Varese precedentemente utilizzato come distaccamento del Tribunale di Busto Arsizio è in corso di riqualificazione per l’insediamento della Compagnia della Guardia di Finanza di Saronno.
E’ stato riorganizzato il servizio di Protezione Civile incentivando l’attività sulla formazione e attività specifiche legate alle emergenze oltre al supporto nei controlli ambientali e nei grandi eventi, riorganizzazione che ha dimostrato la sua utilità e versatilità anche nella situazione epidemiologica attualmente ancora in corso.
Sono in corso i lavori di ristrutturazione di alcuni locali presso l’ex seminario per la realizzazione della nuova sede della Protezione Civile.
Sono stati acquistati due nuovi veicoli in sostituzione del materiale ormai usurato.
Numerosi gli interventi presso le abitazioni per risolvere problemi causati dalla presenza di nidi di vespe e calabroni.
Con Delibera di Giunta n° 18 del 28/01/2020 è stato integrato il Piano di Emergenza della Protezione Civile prevedendo l’inserimento di eventi a rilevante impatto locale ed altri scenari.

Condividi: