martedì, Aprile 16, 2024
Opere PubblicheIstruzione e scuole

Persi quattro anni per la nuova Rodari

Auspichiamo che la commissione che discute sulla perdita del finanziamento di 4 milioni di euro per la nuova scuola Rodari non venga insabbiata, perché le responsabilità politiche devono essere rivelate.

Siamo contenti che il quartiere Prealpi possa finalmente avere una scuola: la nuova Rodari.

Ci eravamo impegnati con il quartiere per mettere da parte 1 milione di euro di investimento per partecipare al bando ministeriale che avevamo vinto. Si voleva costruire una scuola che fosse all’avanguardia perché il quartiere Prealpi merita una struttura scolastica che fosse riconosciuta come avveniristica, costruita in armonia con l’ambiente circostante e per un moderno modo di insegnare che coinvolgesse sia gli studenti sia il quartiere.

Avevamo vinto il bando ministeriale di 4 milioni di euro.

L’amministrazione Airoldi ha perso 4 milioni di euro: un danno non solo per il quartiere Prealpi, ma un danno per tutta la città. Un danno per tutta la città perché si sarebbe potuto presentare un progetto per la Leonardo da Vinci e per altre scuole della Città, invece questa Amministrazione perdente, ha dovuto mettere una pezza al buco partecipando al bando regionale rilanciando sempre la stessa scuola.

Se si fosse mantenuto il bando ministeriale sulla scuola Rodari, ora i bravi ed efficienti uffici tecnici del Comune avrebbero potuto andare avanti e presentare un bando sia per la palestra della nuova Rodari in aggiunta ai 4 milioni di euro già vinti sia cercare di ottenere una vittoria anche su altri progetti relativi ad altre scuole. Purtroppo l’Amministrazione è rimasta ferma e ha riportato le lancette dell’orologio al punto di partenza perdendo quasi quattro anni tempo.

Perdere tutto questo tempo è un danno di cui questa Amministrazione dovrà rendere conto di fronte ai cittadini.

Auspichiamo che la commissione che discute sulla perdita del finanziamento di 4 milioni di euro per la nuova scuola Rodari non venga insabbiata, perché le responsabilità politiche devono essere rivelate.

Serve trasparenza se vogliamo che i cittadini tornino ad avere fiducia della politica.

Angelo Veronesi, Segretario Lega Lombarda Saronno