sabato, Marzo 2, 2024
Ambiente e territorio

I Cittadini devono pulirsi le strade da soli. Dov’è Casali?

L’assessore Casali è celere solo negli interventi ideologici dal 30 km/h alla ZTL. Per il resto, assenza totale.

Se è vero che l’uomo può poco nulla per evitare le manifestazioni più violente della natura è pur vero che può adoperarsi, nel limite del possibile, per limitare le criticità e sistemare al più presto i danni subiti.
Per la serie, non puoi impedire un’abbondante nevicata, ma puoi spargere il sale e successivamente pulire le strade, non puoi impedire una violenta grandinata ma puoi pulire strade e marciapiedi da foglie e detriti così che si eviti un intasamento dei tombini in caso di piogge successive – oltre ad essere più decoroso per
cittadini e commercianti.
Proprio su questo punto si concentrano le nostre perplessità riguardo l’operato dell’assessore Casali, visto che a fronte della violentissima grandinata che ha travolto Saronno martedì sera, non ha ancora predisposto la pulizia delle foglie dalle strade e dai marciapiedi, costringendo addirittura cittadini e commercianti a fare da sé, come testimonia l’episodio di via Mazzini.

Questo fatto ci riporta alla nevicata di Dicembre 2020, in cui l’assessore è stato colto totalmente impreparato nonostante gli avvisi della protezione civile, che avrebbero dovuto portare all’attuazione delle comuni misure emergenziali come ad esempio l’uscita per tempo degli spargisale.
A ciò si aggiunge l’aspetto politico oltre che organizzativo: non è accettabile che siano cittadini e commercianti a prendersi cura della pulizia delle strade, visto che si paga e non pogo per questo servizio.
Visto che l’assessore è così celere nel fare una serie di interventi assolutamente ideologici (vedi ZTL e 30 all’ora), ci chiediamo come mai snobbi le questioni pratiche e sostanziali come la pulizia delle strade e dei pozzetti, e costringa la cittadinanza a provvedere alle sue mancanze.

Marco Castelli, Lega Lombarda Saronno