Diciamo no al gioco delle offese e delle insinuazioni, parliamo di contenuti

In Lega nessun padrone sceglie, la base decide liberamente chi mettere al servizio della città e con quali progetti

Quando il proprio programma amministrativo è poca cosa, per farsi notare l’unico modo è offendere l’avversario.

Invitiamo Gilli a confrontarsi con quanto realizzato dall’amministrazione Fagioli; può cominciare il suo percorso formativo leggendo la relazione di fine mandato, molto tecnica e poco politica.

Se poi vorrà parlare di politica saremo disponibili ad analizzare tale aspetto.

Al gioco delle offese, degli insulti e delle insinuazioni rispondiamo: no, grazie.

La nostra Segreteria cittadina è composta da persone perbene, oneste e interessate alla vita politica senza secondi fini; da noi non si mischia il lavoro con la politica, da noi si condividono progetti e idee al servizio della comunità.

Le dichiarazioni di Gilli sembrano dettate da una rabbia interiore mista ad invidia nei confronti di chi ha scelto liberamente e senza imposizioni da parte di nessuno di mettersi in gioco.

Viva la libertà!

Claudio Sala
Lega Lombarda Saronno

Condividi: