I marciapiedi a misura di tutti sono già realtà

Fagioli e la sua amministrazione hanno avuto particolare attenzione alla cura e messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali e dei marciapiedi

Si sa che la manutenzione e l’ordinaria amministrazione non sono argomenti che infiammano una campagna elettorale, però su questa si fonda l’ossatura di un’amministrazione realmente presente nella vita quotidiana dei cittadini e da questa impostazione dipendono poi gli eventuali grandi successi che un’amministrazione può vantare o meno.

Sicuramente un esempio di cura quotidiana della città è avere marciapiedi buoni, dato che porterebbe ad un miglioramento istantaneo della vita di chi, come me, usa una sedia a ruote ma anche se in maniera meno evidente ne andrebbe a godere chiunque li utilizzi, sia un bambino o un anziano, sia un genitore che spinge il passeggino o un pendolare che deve magari accelerare il passo per non perdere il treno.

Faccio questa nota perché durante questa particolare campagna elettorale, c’è chi, dal suo profilo Facebook, rimprovera Alessandro Fagioli di non aver investito abbastanza proprio nella manutenzione e sul miglioramento dei marciapiedi. Per la precisione, lo stimato avversario del sindaco uscente, sostiene che l’importo speso per l’area feste avrebbe potuto essere destinato proprio per perfezionare i marciapiedi, a quanto pare secondo lui non abbastanza valorizzati dal sindaco uscente.

Al di là che tale accusa da sufficientemente l’idea della scarsità di argomenti portati in campagna elettorale, non in realtà per demerito degli avversari ma per evidente merito di Fagioli e della sua amministrazione, ma inoltre è decisamente falsa.

FOTO1 Questa la situazione con le precedenti Amministrazioni: immaginate quanto possa essere gradito ad anziani, mamme con i passeggini, lavoratori che corrono verso la stazione, e a chi come me si sposta su sedia a ruote. Ora ci attendiamo chi contesterà ad Alessandro Fagioli di non aver provveduto alla sistemazione, peccato che la situazione in questione è via Roma, la cui trasformazione è stata bloccata di fatto per un vizio formale, ma a seguito di un’isterica agitazione da parte delle forze di sinistra, che probabilmente non si sarebbero nemmeno presentate alle elezioni se anche quest’opera fosse stata conclusa nei tempi dei primi cinque anni di Fagioli sindaco. Morale per ora, la condizione dei marciapiedi di via Roma è invariata grazie alle opposizioni.

FOTO 2 Questo è invece un esempio di come Alessandro Fagioli opera in tutte le situazioni in cui nessuno gli mette i bastoni tra le ruote: Attraversamento pedonale protetto dotato di rampe di raccordo con la sede stradale e segnalazioni per non vedenti e ipovedenti. Parlando con particolare cognizione di causa, ringrazio sinceramente Fagioli per quanto fatto riguardo i marciapiedi e per la sensibilità dimostrata con i fatti verso queste tematiche.

Andrea Depalo
Candidato Consiglio comunale

FOTO 1 – Esempio di attraversamento stradale prima dell’amministrazione FAGIOLI (Via ROMA)
FOTO 2 – Esempio di attraversamento stradale modificato dell’amministrazione FAGIOLI (Via STOPPANI)
Condividi: