Giornata Mondiale del Suolo

scopo fondamentale di tale giornata è voler accrescere tra i popoli la sensibilizzazione ambientale e di pensare a ridurre lo sfruttamento del proprio territorio.

Vorrei ricordare che domani 5 dicembre è la giornata Mondiale del Suolo. Ufficiosamente fondata in Thailandia nell’anno 2002, ma solo nel 2013 le Nazioni Unite hanno ufficializzato nel dicembre di ogni anno tale evento .Voglio ricordare che lo scopo fondamentale di tale giornata è voler accrescere tra i popoli la sensibilizzazione ambientale e di pensare a ridurre lo sfruttamento del proprio territorio.


E’ proprio su questo importante tema che volevo focalizzare, per un territorio decisamente popolato e cementificato negli anni come il nostro Saronnese, come la passata “Giunta Lega-Fagioli“ in Saronno, nell’anno 2015-2020, ha da subito orientato, per dove è stato inizialmente possibile e nell’arco di tempo consentito dal suo mandato, a concentrarsi sulla verifica del proprio territorio nella ricerca di quanto si poteva e si riusciva ad ottenere nella valutazione, nel risanamento e sblocco di più aree dismesse, che costituiscono per il nostro territorio, a ricordo di una realtà industriale molto forte e diffusa, ma che via via negli ultimi decenni si è spenta lasciando vaste aree ormai “dismesse” e da riconvertire in città. Ci siamo mosssi al fine di recuperare e di sbloccare tale situazione di fondamentale degrado e pericolo persistente da anni e infatti avete avuto notizie di incontri ,di verifiche e valutazioni di Autorizzazioni con le autorità preposte e le Proprietà, per trovare la via migliore che riporti tali terreni (SUOLI) ad essere controllati e bonificati a norme di legge e secondo scelte accurate a trovare dei compromessi suolo-verde-edificabile..con le Propietà,per vedere nei prossimi annii l fiorire di una rinascita di Suolo a Norma..nel verde..con funzione mista pubblica/privatistica il più ottimale possibile. Ci siamo riusciti?

Pensiamo di sì ..ne daranno atto nel tempo le rinascite della grande e vasta area ex -Cantoni, in zona Nord/Ospedale cittadino, dell’area ex De-Nora, dell’area ex Cemsa (ex ISI), in via Varese/via Fermi, in via Dante, via Sabotino, via Sampietro, ect , per cui vaste acquisizioni di terreni per 152.600 mq pari a 30 campi di calcio(1,41% del territorio comunale) per salvaguardare e ampliare le zone verdi pubbliche, un totale di 9 aree dismesse per una superficie pari a 32 campi di calcio (1,48% del territorio comunale), 9 piani di recupero con aree della città rinnovate senza consumo di territorio….!.

Potrei e potremmo andare avanti così..ma tutto quanto velocemente riportato è conferma , in una giornata importante come questa del 5 Dicembre, che la cura e il recupero al meglio del Suolo Cittadino sono e devono essere una costante garanzia ed un impegno assoluto nei Programmi amministrativi di chi si prende cura di Amministrare il Bene pubblico. Il suolo è certamente un aspetto primario per la nostra sopravvivenza, non è il solo, ma troppo spesso diamo la sua presenza per scontata , mentre la speranza di una sempre più presente coscienza e sensibilizzazione in tal senso , sia di Leggi che agevolino e impongano seriamente tali direzioni e una lotta coesa tra le persone che compongono le varie forze politiche , non dimentichino che il nostro futuro è poi esclusivamente nelle nostre mani e nelle nostre scelte quotidiane.

Carlo Pescatori

Lega Lombarda Saronno // settore Ambiente

Condividi: