Bilancio previsionale Airoldi, fotocopia di quello Fagioli

Riproponiamo l’intervento integrale del consigliere Pierangela Vanzulli relativo alla presentazione del Bilancio Previsionale

L’anno 2020 è stato un anno che definire “particolare” è riduttivo, direi che, per la drammaticità degli eventi che ha causato, possa essere definito devastante.
Lo è stato per tutti i settori ed anche l’Ente pubblico, il Comune, ha patito questa situazione.

Per quanto riguarda il Bilancio, l’incertezza delle entrate e soprattutto l’incertezza relativa ai trasferimenti Statali ha determinato delle scelte che sono state indirizzate alla messa in sicurezza del Bilancio, al garantire tutti i servizi non  tagliando quelle spese che erano coperte dalle entrate che non si erano realizzate, pensiamo ai parcheggi o alle multe, e proseguendo con la realizzazione di opere ritenute prioritarie attraverso i trasferimenti regionali, ricordo i 700 mila euro ricevuti proprio per gli investimenti e l’utilizzo di risorse proprie, tutte finalizzate alla realizzazione, anche in questo anno, di  lavori per scuole , strade e percorsi pedonali, verde , ambiente e sport.

Ora siamo arrivati finalmente a fine anno ed alla presentazione del Bilancio Previsionale 2021.
Debbo, per quanto mi compete quale consigliere di minoranza, fare alcune considerazioni e poi delle domande finalizzate alla comprensione di alcune scelte.
Prima di tutto voglio rilevare che il Bilancio Previsionale 2021, fatte salve alcune non sostanziali modifiche, è la fotocopia del Previsionale 2020.
Ho controllato tutti i capitoli di bilancio, sia basandomi sulle previsioni definitive 2020 comprensive delle variazioni, che basandomi sulle cifre dei capitoli del previsionale 2020 approvato a fine dicembre 2019.

Non ci sono differenze.

Prendiamo come esempio il Piano degli investimenti 2021-2023: fu portato in approvazione a settembre dalla Giunta Fagioli.

E’ uguale a quello che è stato presentato questa sera in Consiglio Comunale.

Quel piano rappresenta l’idea politica della Giunta Fagioli per gli investimenti e ce lo ritroviamo approvato da un’altra Amministrazione diversa.

Ora, comprendo che i tempi di pubblicazione di 60 giorni del documento, se lo aveste riapprovato, avrebbero determinato il fatto che in Consiglio Comunale non potevate portare entro fine anno il previsionale e quindi sareste entrati in esercizio provvisorio, però mi si permetta, portate in approvazione tutto il programma elettorale Fagioli.

Vero è che si possono effettuare variazioni, ma varierete tutto il Piano degli Investimenti?

Quindi ai cittadini che ascoltano il Consiglio va detto che possono distrarsi perchè o quello che hanno sentito sarà realizzato e quindi Voi metterete in opera i progetti della Giunta Fagioli, oppure verrà cambiato tutto, ma a questo punto i cittadini non sapranno cosa l’Amministrazione attuale farà fino a quando non si effettueranno variazioni.

Ma il portare, spiegare e rendere pubblico il Piano va nel senso di informare la popolazione circa cosa si farà per scuole, stabili comunali, strade, e tutte le opere pubbliche che necessitano interventi.

Quindi per quanto riguarda le opere pubbliche, come dice la canzone, “lo scopriremo solo vivendo”.

Arrivando alla parte relativa alle spese correnti, ho scorso i capitoli e, come già detto, non ho trovato differenze perché quello che ho messo a confronto non sono le previsioni definitive del 2020 che, come cifre, comprendono le variazioni assestate a novembre, ma il Bilancio Previsionale 2020.

Non ci sono differenze, è la fotocopia.

Anche qui, farei attraverso questo mio intervento, la richiesta di avere copia con numero di protocollo o con data di trasmissione se effettuate con mail, delle relazioni che ogni settore, ogni anno, trasmettono all’ufficio ragioneria con all’interno i dati circa le spese che si prevedono saranno effettuate durante l’anno.

Ho dovuto, con la Dirigente, passatemi il termine, “battagliare” non poco per avere queste relazioni con data di trasmissione alla ragioneria, perché ritenevo fossero indispensabili per la redazione del Previsionale, ma anche perché responsabilizzavano i dirigenti ed i funzionari che dovevano presentare richieste basate sullo storico e su delle previsioni ben ragionate.

In più davano una tranquillità alla ragioneria per evitare aumenti “imprevisti” di spese durante l’anno di esercizio. Vorrei averne copia.
Però se invece malauguratamente non vi fossero queste relazioni, ne chiederei ragione.

Il Comune non si è fermato, ha proseguito nel lavoro, quindi queste previsioni per settore debbono essere state fatte perché assolutamente non in relazione con le elezioni e quindi con un eventuale cambio di Amministrazione.
Quindi se ci sono, mi domando perché questo Previsionale è la fotocopia dell’altro.
Se non ci sono, ne chiedo ancor di più spiegazione perché una Amministrazione non può portare un Bilancio Previsionale non avendo per nulla chiare le situazioni, le necessità dei settori proprio e soprattutto in un periodo storico di grandi incertezze come quello che viviamo oggi.

Permettetemi ora di entrare nel merito di alcuni capitoli che definirò pietre dello scandalo in quanto erano quelli che più provocavano polemiche in Consiglio da parte della minoranza.

Primo fra tutti il capitolo che prevedeva la famigerata Area feste, numero 969488, di euro 100.000,00.
Presumevo fosse tolta invece è rimasta invariata, sarà perché è tutto uguale.
Passiamo al capitolo 374600 trasferimento al Teatro di Saronno per i costi sociali di euro 160.000,00.
Anche qui, visto che ci hanno sempre accusato di voler affossare il Teatro e la cultura perché avevamo diminuito i trasferimenti comunali al Teatro, questa cifra non modificata pare andare nel senso di affermare che la linea Fagioli e la gestione Masciadri stanno dando i loro frutti e quindi era quella giusta.
Invece al capitolo 926910 spese di manutenzione stabili Villa Gianetti troviamo nelle previsioni definitive 2020 la cifra di 20.000,00 euro ed invece nel 2021 un plastico ZERO.
Anche in questo caso ricordo i fiumi di inchiostro utilizzati per stigmatizzare quanto si sarebbe dovuto fare per questa Villa.

Vogliamo parlare poi del capitolo 660020 Organizzazione e Manifestazioni sportive, era il capitolo delle Tre Valli Varesine, 25.000,00 euro, riproposto pari pari.

Ma l’apoteosi la troviamo nel capitolo 36500 Incarichi Professionali e Prestazioni di servizi per organi istituzionali, ovvero il famigerato capitolo del Sindaco, di ben 100.000,00 euro è stato riproposto pari pari. Non proseguo perché sarebbe sempre la stessa cosa per ogni voce.

Quindi mi trovo impossibilitata nel fare domande circa le scelte del Bilancio Previsionale perché così come stilato, sono le nostre del 2020.

Da una Amministrazione che ha fatto quale suo punto di forza la differenza abissale con l’area politica che componeva la vecchia Giunta, mi aspettavo cose differenti per la coerenza, concetto che spesso sento pronunciare da loro.

Pierangela Vanzulli, Consigliere Comunale Lega Lombarda Saronno

Condividi: