Moral suasion non funziona. Speriamo che adesso non colpiscano i negozianti

Raffaele Fagioli: “Il Sindaco non risponde alle interrogazioni, ma finalmente ci dà ragione: la moral suasion non serve a nulla. Anzi, per noi è controproducente, se non peggio.

Verso la fine del mese di novembre ho depositato due interrogazioni al Sindaco volte a comprendere le ragioni dell’assembramento incontrollato di cittadini all’esterno del punto vaccinazioni presso la ex Pizzigoni e un altro caso di assembramento, fuori dall’ex ASL di Via Manzoni entrambi verificatisi il 21 novembre. Nelle interrogazioni chiedevo al Sindaco Airoldi se la Polizia Locale, oltre alla moral suasion, avesse provveduto a sanzionare adeguatamente le persone individuate in atteggiamenti contrari alle disposizioni anti-COVID.

A tali interrogazioni non è seguita alcuna risposta da parte del Sindaco, entro il termine perentorio di 30 giorni previsti dal Regolamento del Consiglio Comunale, e pertanto mi sono rivolto al Prefetto di Varese per segnalare l’inadempienza di Airoldi.

Oggi leggo sulla stampa che il Sindaco ha dato disposizione alla Polizia Locale di passare alle maniere forti cominciando a sanzionare i cittadini irresponsabili. Meglio tardi che mai, mi verrebbe da dire. Però qui la responsabilità del Sindaco va ben oltre ed avremo modo di approfondire la questione una volta ricevute le tanto attese risposte alle nostre interrogazioni.”

Angelo Veronesi:” Speriamo che Airoldi non si sia messo in testa di andare a multare i negozianti che domani attueranno una protesta politica riaprendo simbolicamente i propri locali. A questi negozianti va la nostra solidarietà perché lo Stato italiano li ha lasciati soli e oggi devono decidere se aprire e rischiare una multa oppure restare chiusi e far morire di fame la propria famiglia. Uno Stato degnamente rappresentato da personaggi che mostrano i muscoli coi deboli, ma mai con i forti ed i prepotenti.”

Lega Lombarda Saronno

Condividi: