Una proposta di buon senso è stata rifiutata. Cosa ci nascondono?

Tutti favorevoli ad un nuovo parcheggio a Saronno Sud, ma la maggioranza si rifiuta di inserirlo nel documento di indirizzo

Come tutti sanno, per cinque anni il sindaco Alessandro Fagioli ha trattato con Ferrovie per ottenere delle opere necessarie per i cittadini di Saronno. Non si partiva da una situazione rosea, visto che il Piano di Governo del Territorio del 2013 prevedeva delle condizioni così tanto penalizzanti per Ferrovie che stavano valutando di spostare gli uffici e gli investimenti altrove. Non è stato banale convincere Ferrovie a investire 35 milioni di euro a Saronno.

Ringraziamo i consiglieri comunali e l’attuale amministrazione che hanno riconosciuto il ruolo centrale dell’amministrazione Fagioli per ridisegnare il comparto della stazione ferroviaria di piazza Cadorna e quella di Saronno Sud realizzando, a spese di Ferrovie, una serie di investimenti sul fronte dei servizi e delle aree di sosta per lo scambio gomma/ferro.

Il sindaco Alessandro Fagioli era riuscito a concordare con l’azienda la creazione di un maxi parcheggio di scambio ferro gomma di 8 mila metri quadri a Saronno Sud, comprendente almeno 200 nuovi posti auto a carico di Ferrovie. In Consiglio Comunale ci siamo trovati di fronte ad una situazione positiva: tutte le parti vogliono il parcheggio a Saronno Sud riconoscendo al sindaco Alessandro Fagioli il merito.

Abbiamo quindi portato una proposta di buon senso: inserire esplicitamente tra i punti della trattativa presso la conferenza di servizio anche il maxi parcheggio Saronno Sud, in modo che il voto unanime di tutto il Consiglio Comunale desse maggiore forza all’amministrazione durante la trattativa, al fine di ottenere i benefici per i cittadini e per tutti i pendolari che prendono il treno a Saronno.

La proposta di buon senso, che pareva essere supportata da tutti a parole, è stata rifiutata e non hanno voluto riportarla nero su bianco nel documento approvato dal consiglio.

Stanno nascondendo qualcosa che non possono dire? Cosa è successo in maggioranza? Perché il sindaco Augusto Airoldi non è intervenuto di persona lasciando parlare solo il sindaco Pierluigi Gilli, oggi presidente del Consiglio Comunale?

Abbiamo voluto fidarci delle parole dell’amministrazione, sebbene avremmo preferito che fosse il sindaco Augusto Airoldi in prima persona a prendersi l’impegno di fronte al Consiglio Comunale e non solo i capigruppo di maggioranza tra i quali anche il sindaco Pierluigi Gilli.

Il voto si è risolto con la maggioranza assoluta perché abbiamo deciso di votare favorevolmente, sebbene l’amministrazione Airoldi non abbia preso impegni scritti per garantire il maxi parcheggio di Saronno Sud.

Vogliamo solo sperare che non stiano nascondendo ai cittadini di aver rinunciato al maxi parcheggio in cambio del comodato d’uso del sedime ferroviario della ex Saronno Seregno, dove verrà costruita una pista ciclabile in elevazione a spese del Comune, usando i soldi dei cittadini al posto di quelli stanziati da Ferrovie.

A prescindere dall’essere o meno d’accordo con la realizzazione della ciclabile, in elevazione o in piano sul tracciato della ex Saronno Seregno, riteniamo sia inaccettabile che si perda il finanziamento del maxi parcheggio a Saronno Sud.

Saremo presenti alla conferenza di servizio per controllare che l’Amministrazione Airoldi rispetti la propria parola e non rinunci al maxi parcheggio a Saronno Sud. Speriamo inoltre che l’Amministrazione Airoldi receda dall’idea di rendere a pagamento gli stalli oggi esistenti a Saronno Sud. Vogliamo sperare che le spese di bonifica della massicciata del sedime della ex Saronno Seregno e le spese per la costruzione della pista ciclabile non debbano gravare sui cittadini.

Siamo comunque contenti che il nostro lavoro e il lavoro del sindaco Alessandro Fagioli sia stato finalmente riconosciuto e vigileremo con spirito collaborativo per verificare che l’amministrazione persegua gli interessi dei cittadini saronnesi.

Raffaele Fagioli, Capogruppo Lega Lombarda Saronno

Condividi: