sabato, Marzo 2, 2024
Sicurezza

A Saronno va fatta ripartire la rete di sicurezza

La sicurezza è un elemento primario della ripartenza. E’ necessario far ripartire immediatamente la rete di sicurezza che esisteva con la nostra amministrazione.

L’amministrazione Airoldi è riuscita in 15 mesi a distruggere la rete di sicurezza presente sul territorio di Saronno fatta di una collaborazione stretta tra Polizia Locale e altre forze dell’ordine. La presenza costante delle forze dell’ordine in Stazione evitava il succedersi di atti di criminalità, intimidazioni, bullismo e spaccio di stupefacenti.
Angelo Veronesi referente della Lega di Saronno è appena stato intervistato da Radio Libertà: le maglie della rete di sicurezza si sono allargate pericolosamente e la città di Saronno è allo sbando per colpa dell’amministrazione di Airoldi. Bisogna ringraziare l’Arma dei Carabinieri che ha arrestato di nuovo un’altra baby gang pochi giorni fa. Non è colpa del covid come sostiene il sindaco Airoldi, non serve lo psicologo se ci sono risse, baby gang e spaccio di droga, ma bisogna essere presenti e monitorare costantemente il territorio.
Se al posto di monitorare il territorio, le nuove telecamere vengono utilizzate per controllare il traffico automobilistico, il sindaco Airoldi non sta lavorando bene perché nega i problemi reali dei cittadini.
Secondo la Lega di Saronno la città deve ripartire. La sicurezza è un elemento primario della ripartenza. E’ necessario far ripartire immediatamente la rete di sicurezza che esisteva con la nostra amministrazione. Le nuove telecamere devono essere utilizzate per aiutare gli agenti di polizia locale a presidiare costantemente il territorio e prevenire gli episodi criminali

Angelo Veronesi – Responsabile Lega Lombarda Saronno