mercoledì, Maggio 22, 2024
Comune e Consiglio ComunalePrima Pagina

Il 2021 di Airoldi: l’anno del nulla

È finito il tempo di dire che non va bene niente e la colpa è tutta da addebitare alle Amministrazioni in carica che si sono succedute: raccontateci come è cambiata la nostra città in questo anno e mezzo di vostra gestione.

Il contesto economico e sociale continua ad essere difficoltoso e crea ripercussioni soprattutto sulle persone che sono più deboli. Allo stesso tempo c’è stata una novità che riguarda i finanziamenti straordinari per il Covid e i fondi statali definiti nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Però mi chiedo cosa ha fatto l’amministrazione per la nostra città nel 2021. È finito il tempo di dire che non va bene niente e la colpa è tutta da addebitare alle Amministrazioni in carica che si sono succedute: raccontateci come è cambiata la nostra città in questo anno e mezzo di vostra gestione.

E’ facile sparare sugli altri, e mi chiedo, alla prova dei fatti, quali sono le capacità di amministrare che sono state offerte ai saronnesi in questo anno e mezzo, quali sono le competenze dimostrate e quali sono le progettualità che vengono proposte, perché è facile ripetere con il Copia e Incolla le cose che ci sono da
venti anni.

La maxi-variazione di bilancio dell’agosto 2021 ha pompato 5 milioni di euro nel bilancio previsionale 2021, quello Leghista approvato senza modifiche nel dicembre 2020 dal PD e da Airoldi, però a conti fatti non si capisce per cosa siano stati spesi questi 5 milioni visto che le relazioni degli assessori non evidenziano nulla, se non ordinarie e ripetitive attività, e nella parte investimenti si legge di opere pubbliche non avviate per mancanza di fondi. Strano, stranissimo, visto che i soldi erano stati messi a bilancio.

Ci dicano come hanno speso o investito questi 5 milioni di euro perché la città non ha beneficiato di nessun miglioramento né immediato e tangibile, né di progettualità per il futuro.

L’amministrazione si vanta di “aggredire” i bandi per ottenere finanziamenti. A parte l’orribile immagine dell’aggressione, che nulla ha di istituzionale e pacifico come dovrebbe essere un’azione amministrativa volta ad ottenere soldi per fornire un miglioramento alla vita dei cittadini. A parte la partecipazione ai
bandi: in concreto cosa rimane ai saronnesi, oltre alle promesse ed alle parole di circostanza?

In ordine:

  • Cascina Paiosa, già ristrutturata e pronta all’uso. Missione fallita, non si riesce a trovare un gestore.
  • Scuola Rodari, perso il finanziamento da 4 milioni. Missione fallita, nonostante la pappa già pronta.
  • Ciclometropolitana saronnese, già finanziata. Negli ultimi due anni si è fatto poco o nulla. Spero non si stia correndo il rischio di perdere anche parte di questo finanziamento ereditato dalla precedente amministrazione.
  • Il nuovo parcheggio presso la Stazione di Saronno sud, già concordato con Ferrovie Nord, l’ennesima missione fallita, hanno rinunciato forse in cambio dell’ideologico uso della massicciata per farne un’inutilizzabile pista ciclabile.
  • Nuovo PGT. La promessa delle promesse, fatta dal Sindaco in persona, in campagna elettorale ed in occasione della maxi-variazione dell’agosto 2021. Airoldi disse: buona parte di questa variazione finanzierà la riscrittura del PGT. PGT che, per inciso, fu votato dall’allora presidente del consiglio Augusto Airoldi. Peccato che non si sia fatto nulla in un anno per mettere mano al PGT e risulta, da quanto emerso nel corso della commissione urbanistica, che non ci sia il tempo né la possibilità di modificare il PGT nel corso di questa amministrazione. Missione fallita.
  • Per la cultura è stato fatto poco o nulla: quattro eventi in croce, che di straordinario hanno registrato solo gli alti costi e la scarsa partecipazione. Partecipazione di nicchia, come uso e costume di una certa sinistra radical chic.
  • Per le pari opportunità attività di normale amministrazione, un evento contro la violenza sulle donne. Il minimo sindacale. Cosa ne pensa il presidente della commissione pari opportunità?
  • Sul fronte sicurezza stendiamo un velo pietoso; la cronaca locale dice più di quanto potrei raccontare io che posso essere considerato di parte. L’amministrazione ha scelto di depotenziare la struttura ed il buon lavoro della giunta Fagioli e i risultati sono visibili ogni giorno. È giusto investire i soldi in tecnologia e strumentazione per la polizia locale, ma non è obbligatorio sperperare i soldi pubblici: l’acquisto di una Toyota Corolla, per quanto bella e prestigiosa, non giustifica un costo tanto elevato. Con lo stesso importo l’amministrazione precedente acquistò due vetture nuove. E non ha molto senso, in sede di consuntivo, raccontare che è in corso l’acquisto di nuove telecamere finanziate da Regione Lombardia: se è stato fatto nel 2021 si mette a consuntivo, se è in corso e l’acquisto avviene nel 2022 si racconti nel previsionale. Perché altrimenti queste 7 telecamere ce le riproporrete anche con il conto consuntivo del prossimo anno, ma in realtà sono sempre le stesse 7.
  • Anche sul tema sport questo bilancio non ha nulla di nuovo da dire: soliti eventi e manifestazioni, quasi tutti voluti e organizzati dalle associazioni sportive. La gara ciclistica Criterium è il marchio di fabbrica dell’amministrazione Airoldi e la prima edizione è stato un flop sportivo, un disastro per la viabilità e per il commercio cittadino. Sarebbe bello e trasparente sapere quanto è costato l’evento, giusto per un confronto con altri eventi del recente passato.
  • Opere Pubbliche: grande lavoro per partecipare a bandi di finanziamento, ma nel concreto quali opere sono state eseguite e completate? Nella parte investimenti leggiamo una serie di interventi non eseguiti per mancanza di risorse. Cito solo alcuni di questi interventi non realizzati: Ossari e Colombari al cimitero di Cassina Ferrara (100K), Riqualificazione via Padre Luigi Monti (100K), Area Ricreativa e Sportiva Multifunzionale di via Sampietro (100K), ristrutturazione alloggi popolari (su 500K previsti, tranche parziale di 60K che si attuerà nel 2022!, quindi nel 2021 ZERO), Nuova Scuola Rodari (3 Milioni 2021, 2 Milioni 2022).

In sintesi, il 2021 di Airoldi sarà ricordato come l’anno del NULLA.

Raffaele Fagioli, Capogruppo Lega Lombarda Saronno