sabato, Luglio 20, 2024
Comune e Consiglio Comunale

Airoldi, sotto l’immagine niente

Gli Amministratori in carica, sono “avanti” con i nuovi iter, con una visione “green”, culturalmente all’avanguardia … ovviamente tutto coi Vostri soldi

Il Sindaco Airoldi ha acquistato un furgonato elettrico da destinare alla Polizia Locale.
Letta così la notizia potrebbe sicuramente essere buona.
Poi, come da prassi e dovere per i Consiglieri Comunali, si guarda la Determinazione per l’acquisto che è del 29 luglio 2022, la n°622, da cui deriva che l’importo totale è di 54.000,00 euro, così suddiviso: 34.000,00 euro impegnati dall’ Avanzo di Amministrazione più un finanziamento di 20.000,00 euro.
A questo punto, come è naturale fare, si ripensa agli acquisti di questa tipologia effettuati dall’Amministrazione Fagioli che aveva comprato, tra le altre attrezzature, anche 2 auto modello Duster per un costo totale di 35.000,00 euro.
Quindi riordinando le idee, l’attuale Sindaco ha acquistato una Toyota a 26.000,00 euro e ora la Toyota Proace City elettrica a 54.000,00 euro.
Quindi numero 2 mezzi a 80.000,00 euro.
80 meno 35 = 45.000,00 euro di differenza in più.
Non è corretto negare che il contributo di 20mila euro per l’acquisto di questa auto elettrica sia un viatico interessante per qualsiasi amministrazione, ancora di più per questa che con i suoi atti vuole passare per l’Amministrazione a trazione green, ma anche togliendo da 45 mila euro i 20 mila euro del finanziamento
ne restano 25.000,00 euro spesi in più.
Ma anche supponendo che questo mezzo serve alla Polizia locale, la domanda che ci si pone è sull’opportunità in questo preciso momento storico di questo tipo di investimento.
Ogni giorno si prevedono forti difficoltà energetiche con tagli sulle forniture e aumenti di costi esorbitanti per l’energia.
Quindi ci si domanda se questo costo sia il prezzo che i saronnesi pagano per scelte che vengono fatte unicamente per dare una immagine green all’amministrazione.
Le pubbliche amministrazioni debbono fare scelte in base ai bisogni reali, pensando bene a costi e benefici.
L’introdurre i 30km all’ora, modificare lo ztl, piantare qualche albero, fare questi acquisti, non fa della Amministrazione Airoldi la paladina del verde se poi si presenta in Consiglio Comunale il progetto della Isotta Fraschini, incartato come fosse un regalo fatto dal Buon Samaritano, come una opportunità unica, il
mezzo per entrare in circuiti cool e culturali spaziali attraverso Brera, ma che ha un “prezzo” poco green ovvero prevede, per la sua realizzazione, l’abbattimento di un bosco cresciuto in città e la costruzione di 7/8 palazzoni da 8 piani.
Ed ecco che in un istante torniamo al problema di questa Amministrazione ovvero “il darsi una immagine ” una connotazione green, culturale, sportiva, non importa, purché “elevata”.
Pensiamo alla cifra poderosa impegnata nel capitolo della cultura, cifra rimpinguata con una variazione di bilancio che porta il capitolo a circa 75.000,00 euro a disposizione … per cosa? Ma ovvio… per dare di questa Amministrazione l’immagine di mecenati e dispensatori della Cultura con la C maiuscola.
Immagine! … Ecco solo quella … perché visto che a volte agli eventi sono più le persone in scena che gli spettatori, il dubbio viene.
Pensiamo anche a questo investimento per un mezzo elettrico oppure a tutti gli altri atti compiuti per iniziative che hanno sempre questa finalità: “far credere…” che ci sia una attenzione per un determinato settore.
C’era Pipino il Breve, noi abbiamo Airoldi “l’innovatore” o “l’illuminato”.

Altro esempio è quello dei concorsi pubblici nei quali si è distinto.
Noi indicevamo un concorso spendendo dai 5 ai 6 mila euro per tutto l’iter.
“L’innovatore”, (anche se non vi è nessuna disposizione che preveda l’iter utilizzato da questa Amministrazione per i concorsi) ha inaugurato una nuova procedura concorsuale che prevede l’affidamento ad una società esterna con un aumento di costi da 5/6 mila euro a concorso (Max 10/12 mila per due) a 50.000,00 euro per i due concorsi per figure amministrative.
Ripeto, non c’è una disposizione che impone di affidare le fasi dei concorso ad una Società esterna.
Ma loro, gli Amministratori in carica, sono “avanti” con i nuovi iter, con una visione “green”, culturalmente all’avanguardia … ovviamente tutto coi Vostri soldi.
Applauso!

PierAngela Vanzulli, Lega Lombarda Saronno