Monti: Il PD è un disco rotto. 1,2 milioni di dosi somministrate, già raggiunto il totale del 2019

Milano, 10 dicembre – “Regione Lombardia negli ultimi tre anni ha chiesto in Conferenza Stato-Regioni l’acquisto centralizzato delle dosi antinfluenzali senza essere minimamente ascoltata. Quest’anno, visto lo stato d’emergenza, il Governo avrebbe potuto provvedere agli approvvigionamenti in deroga al codice degli appalti ma non l’ha fatto, preferendo lo scarica barile con le Regioni. È curioso che ora il PD continui a farci la lezioncina sui vaccini. Ricordo ad Astuti che ad oggi Regione Lombardia ha già somministrato più di 1,2 milioni di dosi, di cui circa 180.000 nella sola ATS Insubria, dove risulta coperto il 41% degli over 65 e il 12% della popolazione totale. Inoltre, si registra un calo del 90% degli accessi per influenza nei pronto soccorsi del territorio.
Questi dati ci confermano il buon andamento della campagna vaccinale 2020/2021 visto che son o state acquistate l’81% in più delle fialette ed è stato praticamente raggiunto il totale delle somministrazioni dell’anno scorso quando ancora la campagna non è conclusa. Anche questa volta, Regione Lombardia risponde con i fatti”.
Così Emanuele Monti, Presidente della Commissione Sanità e Politiche Sociali, in merito alle accuse del consigliere regionale del Partito Democratico, Samuele Astuti, relative ai presunti ritardi nella consegna delle dosi per il vaccino antinfluenzale.

Condividi: