La Lega si riorganizza in provincia di Varese

Una struttura che non va a sovrapporsi né ad interferire con quella del partito, sarà un laboratorio di confronto per far emergere spunti dal basso, che tratterà le questioni più sentite sul territorio per mettere in campo soluzioni per orientare l’azione politica degli eletti. 

La recente riorganizzazione della Lega in provincia di Varese vede la nascita di specifici Dipartimenti volti ad affrontare le tematiche che più interessano il territorio. L’europarlamentare Isabella Tovaglieri fa sapere: “Una struttura che non va a sovrapporsi né ad interferire con quella del partito, sarà un laboratorio di confronto per far emergere spunti dal basso, che tratterà le questioni più sentite sul territorio per mettere in campo soluzioni per orientare l’azione politica degli eletti. Una cerniera tra il territorio e i nostri rappresentanti istituzionali, la sua azione è svincolata dalle scadenze elettorali e destinata a proiettarsi nel lungo periodo. La composizione ibrida dei dipartimenti consentirà il coinvolgimento della società civile e quindi di radicare maggiormente il nostro movimento sul territorio”. Un elemento chiave è la rappresentatività di tutti i territori della Provincia.

Per il Saronnese, Davide Borghi è stato indicato come presidente del Dipartimento-1 che si occuperà di Economia, Affari Generali ed Autonomia. “Ringrazio Isabella ed i responsabili della Lega per questo incarico. Sicuramente denota l’attenzione verso il Saronnese. Il Dipartimento-1 ha già avviato i primi incontri potendo contare sul contributo di un team eterogeneo composto da esperti in materie economiche ed amministrative con esperienze in ambito politico ma non solo. Stiamo allargando il tavolo di lavoro ad imprenditori, rappresentanti di associazioni, studiosi e professionisti.

“La nostra ambizione è quella di produrre delle linee guida da condividere con la società e con gli eletti del movimento già nei primi mesi del 2021” afferma Davide Borghi, che continua: “Sicuramente verrà posta particolare attenzione ai temi legati all’autonomia, al fine ridare vigore ad una delle proposte che maggiormente ci contraddistinguono. Al momento sono arrivate proposte di valore sui temi della digitalizzazione degli enti pubblici, l’agevolazione per progetti di welfare volti a favorire il rapporto tra i soggetti del territorio, incentivazione alla creazione di ecosistemi territoriali per favorire l’innovazione e la creazione di competenze per il futuro.

Condividi: