sabato, Giugno 15, 2024
Comune e Consiglio Comunale

Ennesimo pasticcio e ritardo sui documenti del bilancio

Abbiamo disertato la commissione per mandare un segnale forte

Ho inviato una mail in Comune per informare che avrei rifiutato di partecipare alla Commissione Bilancio per protesta in quanto nell’attuale Amministrazione vige un’evidente disorganizzazione che si riscontra anche in questo caso. Avrei dovuto partecipare ad una Commissione bilancio dopo i reiterati errori, le postume e riparatorie aggiunte di pagine alla documentazione, l’attuale mancanza di delibere come quella importante sulla Tari. Insomma, questi sono tutti errori sintomatici di un modo di amministrare, ovviamente non imputabile al Covid o agli uffici, espressione del caos che vige nell’attuale maggioranza di sinistra.

Ritengo di dover stigmatizzare questa situazione con la mia assenza, così ho declinato la convocazione.

Dobbiamo far sapere cosa succede.

Se avessimo fatto noi queste cose, se avessimo collezionato così tanti errori e ritardi, le sinistre si sarebbero stracciate le vesti incolpandoci di “mala amministrazione”.

Tanto per rinfrescarci la memoria, l’attuale Amministrazione portò in Consiglio lo scorso anno un Bilancio Previsionale fotocopia del nostro per poi fare continue variazioni che culminarono in quelle milionarie di metà anno. Le variazioni sono consentite, ma queste di circa due milioni di euro furono fatte proprio perché ad inizio anno non erano stati in grado di predisporre un programma per gli investimenti e dovevano “prendere tempo”. Questo “prendere tempo” però ha determinato dei gravi ritardi oggettivi.

Noi portavamo il Bilancio Previsionale entro il 31/12 di ogni anno in quanto il farlo ci consentiva di iniziare subito l’iter per la progettazione, la gara, l’aggiudicazione e l’inizio dei lavori pubblici. Le procedure sono lunghe ed articolate per questo occorre essere operativi subito da gennaio. Invece, se le variazioni sono fatte a metà anno tutto resta frenato.

Chi vuole dare servizi e aprire cantieri cerca tutti i mezzi per poter operare da subito e non amministrare in dodicesimi. Chi non ha un programma e delle idee chiare “prende tempo”. In questo caso la sinistra fa tanti proclami a fronte di poche idee e molti contrasti interni: alla fine il risultato è l’immobilismo totale. Per questo mi sarei aspettata che almeno ad inizio 2022 fosse tutto a posto. Dato che così non è stato, ho deciso di non partecipare ad una Commissione con un bilancio che, ancora oggi, è presentato in ritardo rispetto al 31/12 e addirittura senza tutte le delibere pronte.

Cosa stanno facendo?

Inutile uscire a mantra con notizie che annunciano per Saronno l’arrivo dal PNRR di una valanga di soldi, notizia usata quale caramella per addolcire la bocca dei cittadini. È bene ricordare che i trasferimenti non li danno a quel simpaticone del Sindaco perché uomo dell’anno. Occorre fare progetti specifici soprattutto nei tempi previsti. Vedasi finanziamento per la Rodari, da noi ottenuto e da loro mandato in fumo.

Il tempo sta per scadere.

Pierangela Vanzulli Lega Lombarda Saronno