lunedì, Febbraio 26, 2024
Economia e lavoroPrima Pagina

Solidarietà ad Ascom. Giunta inqualificabile

Prima di pensare a progetti sulla mobilità sostenibile, l’assessore Casali da buon ciclista e da cittadino, dovrebbe far presente alla sua amministrazione di iniziare a sistemare strade e marciapiedi per mettere realmente in sicurezza pedoni e ciclisti

Solidarietà ad Ascom per le scellerate proposte di questa amministrazione.
Dopo avere letto il comunicato di Ascom in merito all’idea lanciata dall’assessore Casali di sviluppare un punto di interscambio in centro e consegne in bicicletta, la sezione cittadina della Lega esprime la piena solidarietà al comparto del commercio cittadino per essere “vittima” di un’amministrazione che ha deciso di mettere sempre più in difficoltà gli esercizi commerciali del centro.
Non è possibile che un’idea di questa portata, ancor prima di uscire a mezzo stampa, non sia stata condivisa con le associazioni di categoria per raccogliere pareri e opinioni dei diretti interessati. Dov’è finita la partecipazione tanto sbandierata dalla giunta Airoldi, dove sono finiti il dialogo ed il confronto con le parti.
Anche il silenzio dell’assessore al commercio è imbarazzante, un’iniziativa di questo genere non può non essere commentata da chi dovrebbe occuparsi ben appunto di commercio, ma forse per gli esponenti della squadra di Airoldi, la condivisione di un progetto o di un’idea sta semplicemente nel mettere un “Like” all’articolo stampa di turno sulla propria pagina social.
Non è ammissibile che Ascom debba apprendere delle iniziative dai media locali, non è la prima volta che accade, è già capitato in altre circostanze, il sindaco Airoldi deve essere il sindaco di tutti, non solo delle associazioni schierate politicamente: Ora Basta!

Preferirei invece non entrare nel merito del progetto stesso, in quanto non ho gli elementi per pronunciarmi, mancano dati e informazioni importanti, l’uscita di Casali a mezzo stampa sembra più uno slogan da campagna elettorale per non deludere i propri elettori, visti i pessimi risultati che sta ottenendo il suo assessorato e le legittime critiche dei cittadini che gli stanno piovendo addosso. Da un’assessore ci si aspetterebbe un comunicato più dettagliato, ma purtroppo Casali ha già dimostrato di non avere le idee molto chiare sul modello di città green che vorrebbe realizzare, se non quello di voler copiare le città del nord Europa, ma senza aver fatto i conti con il proprio territorio che di certo è ben diverso da quello delle città che vorrebbe imitare.
Prima di pensare a progetti sulla mobilità sostenibile, l’assessore Casali da buon ciclista e da cittadino, dovrebbe far presente alla sua amministrazione di iniziare a sistemare strade e marciapiedi per mettere realmente in sicurezza pedoni e ciclisti, a Saronno abbiamo strade con buche e rattoppi che realmente minano l’incolumità di chi ci cammina o ci pedala sopra.

Claudio Sala, Lega Lombarda Saronno