domenica, Febbraio 25, 2024
Comune e Consiglio ComunaleViabilità e traffico

L’amministrazione Airoldi-Gilli-Calderazzo si sottrae al confronto coi cittadini

Pensavamo di aver visto tutto, ma Pierluigi Gilli che difende le scelte dell’assessore Franco Casali è una cosa che nemmeno la fantapolitica avrebbe potuto prevedere.

L’amministrazione Airoldi Gilli Calderazzo sta facendo una brutta figura rifiutandosi di discutere di viabilità con un consiglio comunale aperto – commenta il segretario leghista Angelo Veronesi. Noi non ci siamo mai tirati indietro ad un confronto con i cittadini perché riteniamo che discutere di tematiche amministrative coi cittadini è un buon modo per mettere sul tavolo le problematiche viabilistiche e tutte le soluzioni possibili. Quando sono stato presidente della commissione urbanistica e opere pubbliche mi sono sempre prestato a discutere coi cittadini ed a ricevere anche critiche, ma la discussione non è mai stata impedita. La Lega non ha mai tentato di mettere bavagli sulla bocca ai cittadini.

Il presidente del consiglio comunale Pierluigi Gilli sbaglia a salire in cattedra per esporre la sua tesi di parte come se fosse la verità indiscussa.

Sarà il prefetto a decidere chi ha ragione e chi torto.

Sicuramente Pierluigi Gilli ha torto in relazione all’argomento di discussione. La richiesta dei cittadini del quartiere è chiara così come è chiara la richiesta dei consiglieri della Lega. La richiesta non si ferma all’ordinanza che è stata ritirata, ma riguarda la richiesta di discutere della viabilità di via Emanuella, infatti è formulata come segue: “Confronto tra la cittadinanza e l’amministrazione in merito alle modifiche della viabilità stradale di via Emanuella e adiacenti, come disposto con l’ordinanza n.238 del 07/11/2022”. Il presidente del consiglio Pierluigi Gilli conosce bene la lingua italiana per cui pensiamo che la sua opposizione alla discussione sia pretestuosa perché non tiene conto della lettera della richiesta, ma solo di una parte della stessa. E’ evidente che si chieda un confronto sulla viabilità e non tanto sull’ordinanza, visto poi che la nuova ordinanza enuncia che viene ripristinato il doppio senso solo temporaneamente per i lavori del cantiere di via Roma. L’argomento non si può liquidare impedendo ai cittadini ed ai consiglieri di discutere.

La pretestuosità delle affermazioni di Pierluigi Gilli è anche relativa al fatto che giurisprudenza su consigli comunali deliberativi non si possa estendere anche a consigli comunali aperti. Qualsiasi persona di buon senso applicherebbe per estensione la norma conoscendo la giurisprudenza in tal senso.

Pensavamo di aver visto tutto, ma Pierluigi Gilli che difende le scelte dell’assessore Franco Casali è una cosa che nemmeno la fantapolitica avrebbe potuto prevedere.

La Lega chiede al prefetto di intervenire per convocare il consiglio comunale. Non è vero che il Prefetto non possa intervenire.

La Lega saronnese ritiene inoltre che i consiglieri comunali della Lega siano stati offesi nella propria professionalità e onorabilità e chiediamo che Pierluigi Gilli chieda scusa.

Nel frattempo ci chiediamo perché il sindaco Augusto Airoldi taccia.

Angelo Veronesi, segretario cittadino Lega Lombarda