venerdì, Maggio 24, 2024
Sviluppo edilizioUrbanistica

Isotta Fraschini: le illusorie aspettative e la cruda realtà

Senza un progetto reale ed un accordo con l’amministrazione comunale si rischia di illudere la città

E’ un progetto davvero ambizioso quello proposto in questi mesi dalla proprietà dell’area Ex Isotta Fraschini. Nel corso degli incontri con la cittadinanza organizzati dalla proprietà e soprattutto durante la seduta del Consiglio Comunale dello scorso 17 Marzo, Saronno Città dei Beni Comuni Srl, società proprietaria del comparto, ha esposto la sua intenzione di sviluppo dell’area, focalizzando l’attenzione degli uditori sulla destinazione del brano di area da cedere al Comune di Saronno.
Qui, sulla parte che diverrà del Comune di Saronno, la proprietà ha intenzione di realizzare edifici nei quali verranno collocate varie pubbliche funzioni residenziali e culturali, tra le quali la più prestigiosa sarà l’Accademia di Brera.
E’ fuori dubbio che una tale presenza in città sia affascinante e che i cittadini si attendano ad ogni costo il raggiungimento di un tale traguardo. Tuttavia la Giunta Airoldi e lo stesso Sindaco più volte hanno dimostrato che tali scelte della proprietà non sono mai state formalmente condivise con l’Amministrazione: nessuna proposta, nessun progetto sono mai stati formalmente oggetto di discussione con il Sindaco e con gli Assessori alla Rigenerazione Urbana ed ai Lavori Pubblici. Ciò è stato chiaramente affermato dall’Assessore Merlotti nel corso del Consiglio Comunale dedicato all’Ex Isotta Fraschini, il quale anzi ha invitato Saronno Città dei Beni Comuni Srl a protocollare una proposta al più presto.
E’ bene chiarire quindi che l’attività di propaganda ed informazione finora svolta dalla proprietà è unicamente un desiderio della sola proprietà che mai ha formalmente ricevuto il benestare da parte dell’Amministrazione. Come correttamente sottolineato dall’Assessore Merlotti, è essenziale raggiungere degli accordi che costituiranno dei punti fermi per lo sviluppo dell’area. Solo così i cittadini potranno godere di certezze. Altrimenti qualcuno dovrà assumersi la responsabilità di aver illuso la città.

Lucia Castelli Lega Lombarda Saronno